5 luoghi in cui trascorrere l’Apocalisse

Marzo 15, 2020 Always Ithaka No comments exist
0 Condivisioni

Quale che sia la vostra Apocalisse di riferimento in questi cinque luoghi potrete godervela appieno. Non importa nemmeno che tipo di apocalittici siate, combattivi o eremitici, perchè questi luoghi isolati forniscono sia il riposo dello spirito sia posizioni strategiche.

 

Casa sull’albero in Toscana 

Per molti questo glamping sembra suggerire tranquilli weekend lontano dalla città, ma per i veri apocalittici funge da luogo ideale per sfuggire all’Apocalisse. La casa sull’albero, una vera oasi di pace, regala una veduta sulle colline antistanti senza eguali, permettendo sia il rilassamento sia il monitoraggio del territorio. Per raggiungere il Glamping il sole è necessario percorrere una piccola stradina e, con il silenzio della Maremma, è impossibile arrivare non uditi. La struttura è quasi completamente autosufficiente, offre un orto bio e persino una bella sala ristorante con tanto di camino.

casa sull'albero in Toscana

Per gli apocalittici più glamour esiste anche l’opzione in cupola geodetica.

Cupola geodetica Toscana

 

Trollfoss

Se dovessi scegliere dove trascorrere l’Apocalisse questo è uno dei luoghi a cui penserei subito. Non lontano dalla penisola di Snaelfness, a un’oretta da Reykjavik, sorge questo splendido campeggio dotato di bungalow in legno. Le risorse, anche qui, sono infinite, acqua sorgiva, ampio terreno per le passeggiate e svariati troll sempre in giro a monitorare la zona. Da Settembre ad Aprile, inoltre, le aurore boreali danzeranno in cielo illuminando il circondario per tutta la notte, impedendo, quindi, agli zombie più scaltri attacchi a sorpresa.

Bungalow Campeggio Islanda

Bungalow Campeggio Islanda

Nanoyado Hotel Iya Onsen

Questo è il secondo luogo a cui penserei. Sperso tra le montagne, questo antico ryokan offre vasche termali raggiungibili solo con una piccola funicolare. La struttura è immersa nella foresta, protetta dalla natura circostante. Non so voi, ma in caso di Apocalisse io cercherei di essere nei paraggi.

Ryokan Giappone

Dhigurah

Un’isola di pochi chilometri quadrati, completamente autosufficiente e circondata dal mare maldiviano nell’Atollo di Ari. Non credo sia necessario spiegare l’utilità degli squali in caso di audaci zombie apneisti nè il pregio di godere di una spiaggia bianca immersa in acque cristalline mentre l’Apocalisse divampa. Un win win sotto tutti i fronti.

maldive

Bialowieza

Una foresta primordiale che sopravvive da secoli è il posto ideale per sfuggire all’Apocalisse. Le risorse sono infinite, per quanto riguarda i tuberi almeno, e la foresta offre sia riparo che via di fuga. Infatti potrete scappare tranquillamente in Bielorussia o in Polonia a seconda di cosa vi convenga al momento. I bisonti saranno un ottimo metro di valutazione dell’avanzata zombie, poiché se la daranno a gambe non appena li sentiranno a svariati chilometri di distanza. Inoltre, essendo un luogo in cui è illegale il bracconaggio, troverete non poche guardie forestali polacche pronte a reagire in caso di attacco.

Foresta primordiale Polonia Bisonte Polacco Martina Fotografa in Polonia

In questo momento, purtroppo, siamo bloccati a Milano che non è un luogo inadatto all’Apocalisse, ma non è certo paragonabile a quelli sopraindicati. La prossima volta che si presenterà una simile eventualità saremo più veloci e ci sposteremo senz’altro in uno di questi luoghi idilliaci, ma cercheremo di farlo anche senza necessità apocalittiche.

Speriamo che questo post vi abbia fatto sognare e sorridere, perché, oggi come oggi sono probabilmente i beni più preziosi che abbiamo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *