Bangkok: la guida di viaggio

Gennaio 10, 2018 Always Ithaka No comments exist


Bangkok

14 Gennaio 2017 / by Always Ithaka

Martina Miccichè

 

Intro 

Bangkok è un città caotica e rumorosa.Verrete confusi e rapiti dal carosello di colori, negozi, rumori ed odori. Il vostro organismo verrà completamente assorbito dal suo flusso imperioso di persone e, senza rendervene conto, diverrete parte di lei muovendovi ai suoi ritmi e parlando la sua lingua favorita, il denaro. Una metropoli gocciolante, piena di cani randagi, palazzi vertiginosi forniti di Skybar, mercati e cibo, Bkk è un mostro da conoscere e domare per poterne apprezzare la vera essenza.

 



 

Top Sight

 

  • Wat Pho: Ufficialmente Wat Phra Chettuphon Wimon Mangkhalaram Ratchaworamahawihan ma per tutti Wat Pho questo tempio è l’ icona di Bkk con le sue 1000 rappresentazioni di Buddha, tra cui il celeberrimo Buddha sdraiato. È sempre molto affollato, cercate di raggiungerlo in orari insoliti e potrete respirate la quiete che si confà ad un tempio.

 

Bangkok

 

Bangkok

 

 

  • Golden Mountain: questo è probabilmente il nostro preferito. Costruito su una collina nel mezzo della città offre una veduta di Bangkok inedita e bellissima. Salendo le molte scale vi troverete circondati da credenti che suonano i gong e le campanelle, che salmodiano canti e si fermano ad osservare il panorama. Sulla cima del monte, torreggia imperiosa la stupa d’oro,un piccolo sole nel cielo di Bkk. Clicca qui per saperne di più!

 

Bangkok

 

Bangkok

 

 

  • Wat arun: il tempio dell’alba vi incanterà al sorgere del sole, quando l’immensa guglia in stile khmer si tinge d’oro riflettendosi nel fiume.

 

Bangkok

 

 

  • Chinatown: un intrico di viuzze ricoperte di bancarelle s’ingarbuglia nel quartiere cinese di Bkk. Qui troverete davvero la qualunque, dal cibo alle calze kawaii. I prezzi sono all’apparenza bassi ma se contratterete vi offriranno il vero prezzo della merce, incredibilmente inferiore. P.s. andateci il lunedì, nella cultura cinese è un giorno festivo e il mercato diventa ancora più grande.

 

Bangkok

 

Bangkok

 

Bangkok

 

 

  • Gran palazzo reale: al suo interno troverete miriadi di Buddha, tra cui il Buddha di smeraldo, e un’infinità di stupa. La superficie ricoperta dal palazzo reale è immensa, prima di entrare vi troverete a vagare su una sterminata colata di cemento che nei giorni di sole vi farà dannare, portatevi dell’acqua, indossate pantaloni lunghi e magliette che coprano le spalle altrimenti non vi sarà concesso entrare.

 

Bangkok

 

  • Erawan shrine: questo santuario hindu è diventato famoso nel 2015 per l’attacco bomba che ha causato 20 vittime e circa 125 feriti. Il santuario è molto piccolo e dà sulla strada, i fedeli vi si avvicinano con garbo e quasi non si notano. Il piccolo shrine ospita al suo interno una statua di shiva in oro.

 

Bangkok

 

 

  • Chatuchak weekend market: uno dei mercati più grandi al mondo, propone una varietà di merci talmente elevata da confondere gli avventori. Diviso in settori propone davvero di tutto, dall’artigianato alla paccottiglia, dalla biancheria per la casa agli accessori per animali domestici, dal cibo all’arte contemporanea. Mi raccomando, non comprate merce di provenienza animale, avorio, ossa di tigre, cuccioli di gibbone etc., non solo non è eticamente accettabile alimentare un mercato nero del genere ma rischiereste anche una bella multa se non una spiacevole notte nelle galere di Bkk, esperienza decisamente non consigliabile.

 

Bangkok

 

 

  • Khaosan: ex oasi hippie, Khao san è ormai un quartiere a sè stante dove i turisti di ogni estrazione sociale si ritrovano, bevono e ballano fino al mattino. Il consiglio è di andarci dopo cena, nella zona si mangia davvero male, e godersi le bancarelle, sorseggiare un paio di shinga (evitate il gas esilarante),osservare i dissing tra i locali che si sfidano a colpi di decibel ed, infine, prendervi una sonora sbronza al nostro bar preferito nella via parallela. Questo spettacolare furgoncino offre luci psichedeliche e birre a poco prezzo, gli ospiti sono spesso socievoli e il loro piccolo cane merita tutte le carezze di questo mondo. Ah, non mangiate gli insetti! Non sono i veri insetti della cucina thai, sono solo scorpioni e tarantole di città infilzati su uno stecco per i turisti e costano la bellezza di 200 bath.

 

Bangkok

 

 

  • Patpong: i celebri spettacoli di “ping pong”, i real fucking show e ragazze dall’aspetto decisamente sotto la maggiore età riempiono questo quartiere a luci rosse che, nel tempo, si è trasformato in una grande attrazione turistica.

 

  • Centri Commerciali: bkk è il regno dei centri commerciali. In ogni angolo della città ne troverete a manciate.

 

  • Skybar: qualunque guida vi consiglierà la vista notturna di Bkk da uno dei molti bar sui grattacieli. I cocktail sono costosi ma gli ambienti sono piacevoli, praticamente tutti uguali. Se potete scegliere cercate di raggiungere uno dei grattecieli vicino al fiume, le luci nell’acqua e il Wat Arun arricchiranno il tutto.

 

Bangkok

 

 

Saving Money

 

  • Muoversi: cercate di spostarvi il più possibile con la monorotaia o la metropolitana, I tuk tuk sono carini ma molto dispendiosi rispetto ai mezzi pubblici. Persino i taxi costano meno e vi eviteranno il bagno di smog e calore.

 

  • Uscire dalla città: il modo migliore per visitare i dintorni di Bkk è usare i minivan, i mezzi extraurbani usati dai thailandesi, per pochi bath coprirete distanze notevoli nel comfort di mezzi dagli interni pacchiani, rosa shocking o neri con inserti dorati.

 

Bangkok

 

Bangkok

 

 

  • Cibo: il tasto dolente di Bkk, i ristoranti hanno prezzi a livelli europei e i banchetti, soprattutto quando fa caldo, non sono troppo invitanti. Il consiglio? Ristoranti thailandesi specializzati in Pad Thai e i combini! Se c’è una cosa che i Thailandesi amano è il Giappone (come biasimarli) ragion per cui tra i design kawaii e i manga, hanno pensato di introdurre i minimarket 24h in grado di offrirvi una vastissima gamma di ramen instantanei e frutta.

 

Bangkok

 

  • Souvenir: A Chatuchack l’artigianato è decisamente migliore rispetto Chinatown, non abbiate paura di contrattare e datevi alla pazza gioia.

 

  • Pernottare: uno dei grandi pregi di Bkk è la possibilità di pernottare in Hotel di buon livello a prezzi bassissimi. Se poi doveste star viaggiando zaino in spalla, on a shoestring per intenderci, sappiate che gli ostelli costano pochi dollari al giorno anche quando sono molto centrali.

 

La guida

 

 

Booking Resources


Booking.com

 

Bangkok non è la vostra unica destinazione in Thailandia? Clicca qui per la nostra guida integrale!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *