Cinque libri da leggere prima di andare in Cambogia (e due film).

Luglio 7, 2019 Always Ithaka No comments exist



La Cambogia è un paese meraviglioso con una storia orribile alle spalle. La dittatura di Pol Pot e il genocidio da esso perpetrato pervadono profondamente l’anima della nazione. Dietro ai sorrisi e alla gentilezza dei cambogiani si nasconde l’ombra lunga e pesante di tutta la morte che questo paese ha vissuto. Per essere viaggiatori responsabili prenderne atto è fondamentale. Questi cinque libri da leggere prima di visitare la Cambogia sono un punto di partenza fondamentale per comprendere e prepararsi alla Cambogia, da leggere prima di partire.  Nei titoli trovate il link diretto per acquistarli su amazon, quando possibile alla fine della descrizione mettiamo a disposizione il medesimo link per il formato ebook, meno dispendioso ed ingombrante per i viaggiatori zaino in spalla.

L’eliminazione di Rithy Pahn

“Due uomini a confronto. Rithy Panh, regista scampato al genocidio dei Khmer rossi, e il boia Duch, pezzo grosso del regime di Pol Pot, capo del centro di tortura e sterminio S21. Partendo dal suo lavoro di documentarista impegnato a cercare la verità e conservare la memoria, Rithy Panh racconta questo incontro allo scrittore Christophe Bataille, coautore del libro. Figlio di un funzionario del ministero dell’Educazione del vecchio regime, dunque “popolo nuovo” (da rieducare e perseguitare) secondo l’ideologia della Kampuchea democratica, Rithy Panh ha vissuto la deportazione, la malattia, gli stenti. Nel giro di pochi mesi ha visto morire di fame suo padre, i suoi nipotini, e poi, man mano, tutta la sua famiglia, sterminata silenziosamente insieme a milioni di altri cambogiani.

l'eliminazione

 Disponibile in Ebook 

Qui trovate i link per l’acquisto del dvd del docu-film dell’autore.

Survival in the Killing Fields di Haing Ngor

Un racconto bruciante della discesa di un paese all’inferno. Un mondo di schiavi di guerra e squadre d’esecuzione, di brutalità insensata e tortura da incubo; dove le famiglie cessavano di essere e solo un amore molto speciale poteva librarsi sopra lo squallore, la fame e le malattie. Una testimonianza oculare dei veri campi di sterminio di uno straordinario sopravvissuto, questo libro è un promemoria degli orrori della guerra – e una testimonianza del persistente spirito umano“.

survival in the killing fialds

Disponibile in Ebook

Fantasmi, dispacci dalla Cambogia di Tiziano Terzani

Un racconto fatto di esperienze, riflessioni e tratti storiografici dipinti in parole dalla mano di Tiziano Terzani. I reportage rappresentano non solo un testimonio degli orrori patiti dalla Cambogia ma anche della crescita ideologica e personale del giornalista. “I cambogiani lo sanno da secoli: la vita è una ruota e la Storia non è progresso”.

fantasmi cambogia

Disponibile in Ebook

Per primo hanno ucciso mio padre

“La cacciata dal paradiso per Loung Ung ha una data: il 17 aprile 1975. Fino ad allora, la sua infanzia, come quella dei sei fratelli, è stata meravigliosa, grazie all’amore della mamma e del papà, un alto ufficiale del governo cambogiano. Ma quel 17 aprile, quando lei ha solo cinque anni, il paradiso va in frantumi. Gli Khmer Rossi di Pol Pot prendono la città. Tutta la Cambogia piomba nell’incubo di un regime brutale. La famiglia Ung è in pericolo, data la posizione del padre, e deve abbandonare la casa, le comodità, la sua stessa identità, per fuggire in campagna e nascondersi di villaggio in villaggio. Infine devono separarsi, con la speranza di ritrovarsi tutti un giorno. Quasi due milioni di cambogiani morirono in quel genocidio. Quando finalmente, con l’arrivo dei vietnamiti, l’incubo finisce, per Loung inizia la lunga ricostruzione di se stessa e della sua famiglia. ”

Per primo hanno ucciso mio padre

Disponibile in Ebook

Nel 2017 Angelina Jolie ha diretto un film basato sulla storia narrata da questo libro, clicca qui per vederlo.

Il Pittore dei Khmer rossi  di Vann Nath

Vann Nath, uno dei sette sopravvissuti delle quattordicimila persone torturate e uccise nella prigione S-21 Tuoi Sleng in Cambogia, racconta la propria storia e quella del perverso regime di Pol Pot. Vann Nath era un pittore e il potere dell’immagine gli salvò la vita: è stata ritrovata la lista di prigionieri su cui campeggiava la scritta «distruggere» e dove il suo nome era stato sottolineato in rosso e affiancato dalle parole «tenere e usare». Da quel giorno il regime gli chiese di dipingere ritratti di Pol Pot e questo gli permise di giungere vivo alla fine della dittatura.

il pittore dei khmer rossi

Disponibile in Ebook

Se il post vi è piaciuto o pensate che la lettura di questi libri sia utile, condividetelo. Se avete qualche testo che vi ha colpito da consigliarci, scriveteci! Saremo felici di aggiungerlo alla lista dei  libri da leggere prima di andare in Cambogia e di citarvi nel post!

Buon viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *