Come fotografare l’aurora boreale.

29 Aprile 2018 / by Always Ithaka

Martina Miccichè

Immortalare uno degli spettacoli più suggestivi al mondo è una delle ragioni che spingono migliaia di turisti ogni anno ad avventurarsi nei freddi del Nord durante la stagione invernale. In questo post tutti i consigli e segreti per scattare meravigliose foto delle aurore.

Cosa sono:

Le aurore sono la manifestazione visiva dell’interazione tra particelle cariche di origine solare e la ionosfera terrestre. I colori e i movimenti sono il frutto dell’eccitazione e diseccitazione degli atomi che emettono luce di diverse lunghezze d’onda. Questo fenomeno fisico ha dato origine a svariate leggende.  Secondo gli eschimesi le luci sono generate dagli spiriti che giocano a palla, per i finlandesi le aurore sono generate da una volpe magica, nelle Isole inglesi venivano interpretate come presagi nefasti e sanguinosi quando il colore delle luci virava verso il rosso o il viola. Infine, per i Sami si tratta di spiriti, ragion per cui fischiare, applaudire o richiamare la loro attenzione sarebbe tremendamente pericoloso.

 

forografare aurora

 

Equipaggiamento:

Un ruolo cruciale nella riuscita del vostro proposito è costituita proprio dall’attrezzatura. Per fotografare le aurore è necessaria una macchina fotografica Reflex, le compatte e i cellulari, nemmeno a dirlo, non sono in grado di catturare la luce delle aurore.

Ecco il nostro equipaggiamento:

fotografare aurora

Macchina : Canon eos 5d mark IV

Obiettivo : Canon EF 24-70 e Grandangolare

Cavalletto : Manfrotto

Per quanto riguarda il corpo macchina, ci sentiamo di consigliare altri due modelli, per fascia media e bassa di prezzo, da noi precedentemente sperimentati : Canon EOS 7d e Canon EOS 600D

 

Tecnica:

Per fotografare le aurore è necessario prolungare il tempo di scatto, ovvero di apertura dell’otturatore, in modo che la macchina possa immagazzinare più luce possibile. Il fuoco deve essere puntato su un astro, per rendere più nitida la foto. Il tipo di combinazione Iso e tempo di scatto che sceglierete cambierà il tipo di foto che otterrete. Ad esempio, con 15 secondi di apertura e Iso bassi avrete un effetto più omogeneo in cui l’aurora viene colta in movimento e lascia una traccia stile pennello sulla volta celeste. Al contrario con tempi brevi, sui 5-8 secondi, e Iso alti, opzione accettabile solo con una macchina che abbia alta resa e poco rumore, riuscirete a catturare la vera forma dell’aurora ovvero quella serie di raggi che, dall’alto verso il basso, si rincorrono creando i fasci di luce e le loro curve sinuose.

fotografare aurora

Composizione:

Per ottenere foto che non siano solo bei ricordi ma anche suggestive immagini, consigliamo di studiare prima il terreno di gioco. Un buon sistema è quello di scegliere panorami montuosi lontani o estremamente vicini.

Abbigliamento:

Questo non è un fattore marginale poichè per godere di aurore forti e luminose dovrete viaggiare in periodi molto freddi.

Giacca

Pile

Guanti termici

Calzettoni termici

Leggings termici

Cappello

Sciarpa

 

Dove e quando:

I posti migliori per godere delle aurore sono al nord del mondo. In particolare consigliamo Alaska, Canada, Norvegia, Finlandia e Islanda. I periodi in cui l’attività delle aurore è più intensa variano da dicembre a marzo,a seconda dell’anno e dell’attività solare.

 

Aurore  con Ithaka :

Aperte le iscrizioni per viaggi fotografici Febbraio 2019! Il pacchetto comprende guide, alloggio, trasporto, corsi di fotografia diurna e notturna.

3 itinerari tra cui scegliere:

Anello; classico giro sulla Hringvegur, con Trekking, relax geotermale e avvistamento cetacei

Thermal Relax; Un giro per le pozze geotermali islandesi, dalle Spa di lusso ai fiumi nelle valli.

Golden Ring; per una toccata e fuga, i classici dell’Islanda con relax finale alla Blaa Lonid.

Scriveteci per info!

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *