Come organizzare un viaggio low cost alle Maldive, la guida definitiva.

Maggio 9, 2019 Always Ithaka No comments exist

Ebbene sì, anche alle Maldive si può viaggiare low cost. Perciò se il vostro sogno nel cassetto è un viaggio alle Maldive, leggete questa guida e preparate i bagagli! Se voleste un aiuto professionale per organizzare il viaggio contattateci, vi aiuteremo più che volentieri. Pronti a partire?!

Low cost, sì ma quanto?

Definiamo il range di denaro di cui stiamo parlando. Noi per 10 giorni alle Maldive, con gite, voli e cibo abbiamo speso un totale di 1500 euro a testa. E credetemi se vi diciamo che si può spendere anche meno! Considerate, inoltre, che i viaggi alle Maldive sono quasi interamente monopolio delle agenzie di viaggio ed è per questo che paiono così costose ed inarrivabili. I prezzi delle agenzie sono ovviamente alti, sia per la scelta limitata ai soli resort, sia per la necessità dell’agenzia stessa di guadagnare. Organizzando tutto da soli, o con noi, il risparmio è davvero importante. Si parla infatti di diverse migliaia di euro.

maldive

Il Volo

Questa è una delle voci più importanti. Risparmiare sul biglietto aereo è non solo essenziale, ma,soprattutto, possibile. Per prima cosa restringete il range della ricerca in base al vostro budget. Il volo che abbiamo preso noi è costato 700 euro andata e ritorno ed era operato da Emirates. Le possibilità non sono così limitate ma essendo stato questo un regalo per il compleanno di Save ho scelto un volo Emirates per il livello di comfort e il servizio eccellente. Lo so, sono la fidanzata migliore del mondo, che volete farci. In ogni caso, grazie a Swiss Airlines e alle compagnie ad essa affiliate, con un paio di scali di breve durata, potrete raggiungere Malè con poco più di 300 euro a persona. Sconvolgente vero? Bene, questa è la prima voce da segnare sul vostro Kakebo da viaggio, 300 euro di volo.

Raggiungere le isole

Una volta a Malè avrete a disposizione diverse opzioni a seconda dell’Isola prescelta. Se aveste prenotato un albergo/guest house/resort a Malè, dovrete semplicemente prendere la navetta che in meno di dieci minuti collega Hulhulè, l’isola su cui è edificato l’aeroporto Velana, a Malè. Il costo è di pochi dollari. Una volta giunti sull’isola capitale verrete certamente accolti dal personale dell’albergo.

Il nostro consiglio è quello di vistare Malè ma di scegliere un’altra isola, la cui barriera sia in uno stato conservativo migliore. La nostra scelta è ricaduta su una delle più belle isole dell’atollo di Ari, famoso per la varietà della sua fauna marina e la bellezza delle acque.

Per raggiungere le isole avrete diverse opzioni, battello o aeroplano. La scelta tra i due dipende dalla combinazione tempo/denaro che più si confà alle vostre esigenze. La speed boat, infatti, impiega molto più tempo, circa 190 minuti per Ari, ma è lievemente più economica, 100$ in alta stagione. Il volo operato da Flyme, ha una durata complessiva di circa un’ora di cui 15 minuti in aria e prevede un ulteriore spostamento in barca di venti minuti per raggiungere l’isola, Dhigurah nel nostro caso. Il costo per lo spostamento in aereo è di 190$ in alta stagione.

maldive

Per risparmiare ulteriormente potreste optare per la local ferry, il servizio pubblico di navette. Il servizio è molto efficiente e permette, con pochi dollari, di raggiungere quasi tutti le isole, eccetto quelle più a sud. Fondamentale da ricordare nel caso optaste per i servizi pubblici è che non sono attivi il venerdì. Come abbiamo approfondito in questo post, le Maldive sono un paese musulmano osservante e perciò il venerdì è considerato giorno sacro. Per ulteriori informazioni sulla Atoll transfer, la compagnia che effettua il servizio navetta, cliccate qui.

Nel caso aveste prenotato un resort, sappiate che il volo con idrovolante costa dai 200€ a persona in su.

A questo punto,a seconda di ciò che avete scelto avremo un totale, con il tasso di conversione di oggi, di 469€, Swiss + Flyme, 869€ Emirates + Flyme, 362,45€ Swiss + Speed Boat o 308€ Swiss+ Atoll Transfer.

Alloggiare

Questa è la voce che solitamente pesa di più sul budget di viaggio. Le Maldive rimandano sempre volenti o nolenti all’archetipo del lusso, della water villa con piscina rivolta al tramonto. Per una questione etica noi abbiamo scelto un viaggio in guest house, sia perchè crediamo nell’importanza di immettere denaro nell’economia locale e non nelle tasche già abbondantemente gonfie delle compagnie alberghiere internazionali, sia perchè i resort sono una macchina inquinante. In questo post trovate tutte le ragioni per non andare in resort. Se però il resort fosse una componente fondamentale del vostro viaggio dei sogni qui trovate linkati i resort più sostenibili e lussuosi delle Maldive.

La scelta migliore, a nostro avviso, rimane l’alloggio locale, la guest house. Si tratta di strutture a gestione familiare situate su isole abitate, ovvero sulle isole in cui risiede principalmente la popolazione locale. Su queste isole è vietata la vendita ed il consumo di alcolici e il bikini è consentito solo su alcune spiagge. Da notare che su un’isola lunga dieci km la bikini beach tende ad interessare almeno la metà dell’isola.

Vista dalla nostra camera dell’Athiri Beach

In guest House il range di spesa varia dai 300€ a settimana nelle isole più lontane dai centri di escursione primari agli 800€ tasse escluse per dieci giorni sull’isola da cui gli squali balena si possono scorgere nella laguna. Noi abbiamo scelto l’Athiri Beach con stanza vista spiaggia. Su Dhigurah ci sentiamo di consigliare anche il Bliss e la guest house Boutique Beach. Entrambe hanno bellissime stanze e strutture efficienti, la prima brilla per il suo eccellente ristorante Hermitt’s la seconda, gestita da un inglese, è eccezionale per il suo pacchetto all Inclusive per cui è garantita una gita al giorno. Il costo si quest’ultima è più elevato ma avrete molte più chances di avvistare gli animali.

Un piatto del ristorante Hermitt’s

Il bliss costa circa 1033€ a settimana, tasse escluse, in due, il Boutique Beach all Inclusive 2740€ a settimana, tasse escluse.

Tasse

Le tasse alle Maldive sono una piccola nota dolente. Infatti dovete considerare che gli alberghi aggiungono al prezzo del pernottamento e delle escursioni il 12% di tasse. Perciò alle cifre di cui sopra dovrete aggiungere l’equivalente in euro.

Posto che abbiate scelto il nostro amato Athiri Beach, il nostro totale è di circa 1359€ (300+169+800+90 di tasse) o di 1198€ con le opzioni più economiche. In entrambi i casi si tratta di un soggiorno su Dhigurah.

Altre Isole

Altre isolette meritano la visita, qui vi elenchiamo le più belle.

Maafushi, atollo di Kafuu Consigliamo Etheral Inn, low low budget, e il Crsytal Sand, più esclusivo ma sempre in budget.

Felidhoo, atollo di Vaavu,famosa per il relitto nei pressi della sua laguna. Consigliamo il soggiorno nel Masfalhi View Inn.

Ukulhas, atollo di Ari nord. Quest’isola è una tappa imperdibile poichè è la più vicina ad Hammerhead point, il punto di passaggio dei grossi branchi di squalo martello. Thundee Inn è l’opzione più economica, il Beach Villa con la sua spiaggia privata offre un soggiorno più esclusivo ma sempre low cost.

Dhigurah, a nostro avviso,rimane la scelta migliore in quanto si è da poco aperta al turismo. Infatti, qui, non esistono strade asfaltate, si cammina scalzi e la vita maldiviana non si è ancora piegata ai ritmi turistici. Un’esperienza autentica che vale la pena di provare almeno una volta nella vita, per saperne di più clicca qui.

Island Hopping

Girare più isole non solo è possibile ma è anche low cost! L’unica cosa da fare, in questo caso è organizzarsi con la già presentata Atoll Transfer, questo link vi rimanda al loro sito, e pianificare le partenze. Con questa opzione potrete vivere più esperienze, scoprire quanto la vita maldiviana possa variare di isola in Isola e, soprattutto, raggiungere tutti i punti d’interesse per le immersioni.

Cibo

Il cibo rappresenta una voce molto economica. Sulle isole abitate, infatti, sono presenti ristoranti maldiviani frequentati dai locali con prezzi locali. Un piatto di riso con pesce appena pescato può costare dai 2 ai 5 dollari. I ristoranti degli alberghi sono più costosi ma offrono anche piatti in stile occidentali. Noi abbiamo amato la cucina maldiviana e, di conseguenza, speso meno di 150 euro per mangiare fuori tutti i giorni.

Piatto tipico Maldiviano

 

Ma un po’ di lusso?

Tranquilli, un viaggio low cost permette anche di godersi un po’ di lusso. Dalle isole abitate è infatti possibile richiedere un passaggio alle isole resort e pagare un ingresso giornaliero. Il prezzo medio è di 50$ a testa, 44,65€. Inoltre viene garantito un consumo alimentare entro la cifra pagata, il resto conta extra. A questo ingresso vanno aggiunti circa 20$ di trasporto a testa.

Metà e metà

Una delle opzioni che più spesso ci troviamo a realizzare per chi ci contatta è un soggiorno metà e metà. Una parte del pernottamento viene organizzata in guest house e una o due notti in resort, di solito un Eco resort tra i nostri favoriti.

Escursioni

Uno dei vantaggi del pernottamento in guest house sono proprio le escursioni. I resort applicano sovrapprezzi mostruosi alle gite. In guest house avrete quindi la possibilità di farne di più a prezzi più ragionevoli. Ma non solo. I resort possono ospitare centinaia di persone per cui, in gita, vi trovereste su una barca gremita di persone. I resort più esclusivi, quindi con pochi ospiti, organizzano barche piccole ed esclusive a prezzi astronomici, oppure permettono ai loro ospiti di accorparsi al barche utilizzate da più resort. In guest house avrete la barca quasi interamente per voi e per pochi altri.

In foto il prezzario dell’Athiri e del Bliss, per farvi un’idea dei costi delle gite.

Tempismo e Stagionalità

Infine, il vero segreto del risparmio alle Maldive. Il tempismo. Prenotando con largo anticipo, parliamo di mesi, potrete spendere poco persino in altissima stagione. Come detto, noi abbiamo speso 1500 euro a testa,con un volo da 700, riuscendo a risparmiare su tutto proprio grazie al tempismo. Il compleanno di Save cade in Gennaio, ovvero in altissima stagione, quando tutto è inaccessibile e prenotato, eppure siamo riusciti a goderci dieci giorni in uno di luoghi più belli del mondo senza spendere una fortuna. Ho prenotato i voli con 6 mesi di anticipo, ma si può fare fino a 3 mesi prima della partenza, e bloccato la guest house con booking con la cancellazione gratuita.

Maldive con Ithaka

Il nostro lavoro è cercare e cercare le migliori combinazioni, trovarle, prenotare e partire. Siamo sempre in moto e sempre in cerca. Perciò, cosa state aspettando? Scriveteci per trasformare le Maldive da sogno a realtà!

Se il post vi è piaciuto condividetelo!

Vakivani!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *