Cosa fare ad Ho Chi Minh city

Luglio 25, 2019 Always Ithaka No comments exist



Ho chi Minh è tante cose, metropoli, città sul fiume, centro economico, tempio del cibo e dei mercati. Prima di tutto, però, è una città bellissima e semplice da esplorare, in cui spesso i luoghi meno inflazionati sono i più suggestivi. In questo post su cosa fare ad Ho Chi Minh vi porteremo nei luoghi che più ci sono piaciuti e in quelli che maggiormente ci hanno commosso.

Il museo dei residuati bellici

La prima cosa da fare, a nostro avviso, è proprio visitare il museo sulla guerra del Vietnam. La visita cosa XX e all’interno, salvo diversamente indicato o permessi speciali, è vietato registrare video o fare foto. Come primissimo impatto alla città è davvero forte ma, in compenso, vi consentirà di apprezzarla appieno comprendendone ancor di più l’intima bellezza. Nel cortile del  museo troverete velivoli e mezzi cingolati, le prigioni e gli strumenti di tortura. All’interno l’esposizione fotografica vi guiderà attraverso gli orrori dei bombardamenti con il Napalm e delle conseguenze sul lungo periodo della guerra chimica.

museo guerra vietnam

Il tempio dell’imperatore di Giada

Questo tempio è un luogo di culto in cui taosimo e buddhismo si mescolano nei leggeri fumi dell’incenso. All’entrata un’enorme vasca ospita giganteschi pesce gatto. Per la cultura taoista i pesce gatto all’interno dei templi garantiscono buona sorte agli avventori. Inutile quasi dirlo, non gettate nulla nell’acqua! Il tempio si compone di diverse sale, una all’ingresso da cui si accede alla principale che ospita la gigantesca statua dell’imperatore di Giada, il re del cielo, e svariate altre stanze satellite nelle ali laterali dell’edificio. In particolare, nell’ala destra, salendo una ripida scala in legno, troverete una terrazza mozzafiato che offre uno scorcio sul tetto rosa,impreziosito da mattonelle colo

r giada. Subito accanto al tempio è stato edificato un secondo stagno all’interno del quale vivono tartarughe sul cui carapace sono stati disegnati simboli religiosi.

tempio ho chi minh

Notre Dame

No, non vi sto inviando a Parigi. Anche ad Ho chi Min city esiste una chiesa che porta questo nome. Notre Dame di Saigon fu costruita durante il colonialismo francese, precisamente nel periodo compreso tra il 1863 e il 1880, sulle rovine di una vecchia pagoda da tempo inutilizzata. Tutti i materiali di costruzione sono stati importati dalla Francia ma con il tempo molte mattonelle sono state sostituite con alcune più nuove di fattura vietnamita. A mio avviso un ottima metafora di come questa costruzione stia venendo inglobata nella cultura vietnamita e non viceversa. Attualmente la parte posteriore è in fase di restauro.



Post Office

Proprio accanto a Notre Dame di Saigon potrete scorgere lo splendido edificio coloniale, color canarino sede dell’ufficio postale. Dall’esterno il colore e lo stile rimandano agli edifici costruiti nei Caraibi dai coloni, un piacevole spaesamento che invita ad una più profonda riflessione. All’interno troverete una galleria con ampi archi a sormontare gli sportelli delle poste. Ai lati dell’ingresso sono ancora  presenti le vecchie cabine telefoniche in legno scuro. Nel resto dell’edificio troverete un piccolo mercato dai prezzi orribilmente turistici.

cappello vietnamita

Tan Dinh Curch

Un nome che non riesco a ricordare, per me questa è semplicemente la chiesa rosa di Ho Chi Minh. Il luogo più instagrammato della città. Ve ne accorgerete per la folla di influencer che si accalca in cerca della foto perfetta, già prima dell’apertura. Il colore è dovuto anch’esso al periodo coloniale ma l’architettura si evolve in guglie in uno stile che ammicca decisamente al gotico. La chiesa chiude da mezzogiorno alle 14.00.

chiesa rosa ho chi minh

Giac Lam pagoda

Questa pagoda è situata ben al di fuori dai circuiti turistici perciò, se doveste andarvi, fatelo in punta di piedi. La pagoda è alta ben sette piani, tutti accessibili. Ad ogni piano troverete un diverso Buddha e un terrazzino. Dall’ultimo piano la vista è, semplicemente, spettacolare. Proseguite nel resto del complesso ed esplorate gli altri piccoli templi presenti. Tra vietnamiti stupiti di vedervi in quella zona e farfalle gigantesche che si appoggiano sui Buddha vi parrà di essere stati catapultati in un luogo surreale.

ho chiminh pagoda

Tempio dei diecimila Buddha

Anche questo tempio è poco inflazionato, perciò è più probabile che vi imbattiate in una celebrazione che in altri visitatori. Le sale del tempio crescono di pregio mano a mano che si sale, fino a culminare nella maestosa sala dei diecimila buddha in cui migliaia di statue alte poco meno di una spanna riposano in altrettante nicchie disposte lungo tutta la superficie delle pareti. Al centro trionfa un gigantesco Buddha sul loto, ai cui lati si ergono, altrettanto giganti,un elefante ed una tigre . Notate il pregio del lampadario intarsiato di draghi nel centro del soffitto. Nel tempio scorrazzano allegramente i cani adottati dai monaci e nelle sale è vietato entrate indossando le calzature.

Cu Chi tunnel

Con una gita di mezza giornata potrete esplorare i Cu Chi tunnel, una rete fitta di tunnel sotterranei. Usati per la prima volta negli anni quaranta nella guerra contro i Francesi, i tunnel sono divenuti famosi in quanto punto focale della strategia di resistenza nella guerra di logoramento contro gli Stati Uniti. Esistono diversi tour per visitare i tunnel, quelli sponsorizzati su TripAdvisor sono tra i più economici.



CBitexco Tower

Salite sulla Bitexco mezz’ora prima del tramonto ed esplorate lo skydeck. Lo spettacolo del sole che cala, rosso e rotondo, mentre il Mekong ne assorbe i raggi tingendosi di arancione vale tutti i 7 euro di ingresso. Approfittatene per osservare le barche dei pescatori scivolare sul fiume che, negli ultimi istanti prima che cali il sole, pare quasi una massa di oro liquido. N.B. non fatevi tentare dallo skybar, il servizio è scadente ed è super affollato, vi impedirebbe di godervi il tramonto come si deve.

ho chi minh tower

Ben Thanh Market

Il mercato più famoso della città è un carosello di paccottiglia, artigianato e cibo che merita senz’altro una visita. Due consigli, contrattate e occhio al portafoglio, molti turisti vengono taccheggiati. Qui potrete acquistare il famoso cappello vietnamita, se volete sapere il giusto prezzo da pagate per il suo acquisto, cos’è e come si usa, questo è il post che fa per voi!

Queste sono le esperienze che più abbiamo apprezzato di Ho Chi Minh city. Se il post vi è piaciuto condividetelo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *