I presepi di Cracovia, una storia di carta

Marzo 11, 2020 Always Ithaka No comments exist
0 Condivisioni

Cosa mai avranno di speciale dei semplici presepi di carta? Se vi state ponendo questa domanda è perché non avete mai posato lo sguardo su un presepe di Cracovia. Lo so, perché è proprio quello che mi stavo domando io prima di entrare nel museo Historyczne Miasta. Abbiamo persino rischiato di passarvi oltre, perdendoci nel parco che lo ospita. Una volta entrati siamo stati sommersi dalle forme e dai colori illuminati dai bagliori della luce sulla carta lucida.

Cosa sono i Szopka?

I presepi di Cracovia sono presepi realizzati interamente a mano mediante l’applicazione di carta stagnola o pellicola specialistica autoaderente su strutture in legno. I presepi sono illuminati elettricamente e,spesso, sono muniti di meccanismi di movimento con cui vengono create delle vere e proprie coreografie. I personaggi sono solitamente realizzati in legno, gesso, creta o cera pongo e vestiti con cartine colorate. Gli edifici rappresentati sono quelli della città, in particolare spicca per frequenza la Basilica di Santa Maria.

Presepe di carta polacco

Storia

La storia di questi presepi risale al XIX secolo ed è legata alla classe dei muratori. Nei mesi di magra lavorativa, coincidenti con il periodo invernale, i muratori di Cracovia si dedicavano alla costruzione di due tipi di presepi. Un primo modello molto semplice era destinato unicamente alla vendita nel mercato coperto di Sukiennice, il secondo, molto più elaborato e di dimensioni enormi, veniva impiegato in spettacoli con figuranti umani. La tradizione subì una grossa frenata con l’avvento della I Guerra Mondiale, riprese nel dopo guerra grazie anche all’istituzione del concorso di presepi e s’interruppe nuovamente allo scoppiare del secondo conflitto mondiale.

presepe di cartone

Il Concorso

Dopo i 6 anni di interruzione principiati nel 1945, il concorso riprese il suo ritmo divenendo un evento cruciale nelle celebrazioni natalizie della città. Ogni anno nella piazza del Mercato vengono esposte le opere in gara, al termine della competizione le più belle vengono acquistate ed esposte nel museo.

Il Museo

Il museo non è altro che una serie di piedistalli su cui troneggiano Presepi di dimensioni immense o minuscole animati da piccoli carillon, danze o giochi di luci. Ogni presepe segue uno stile peculiare, proprio dell’artista che lo ha elaborato. Una figura onnipresente è il drago di Cracovia, che riposa soffiando lingue di fuoco nei sotterranei delle costruzioni.

museo dei presepi di carta a cracovia

Tradizione

Ci spostiamo con calma, osservando finiture e dettagli, scorgendo le piccole storie inserite in ogni costruzione. I presepi di Cracovia sono così elaborati e manieristici che persino la scena della natività richiede più e più sguardi per essere assimilata appieno. La contemplazione e la minuzia di particolari sono un esercizio rilassante e costante in questo museo, quasi una meditazione artistica.

presepe polacco

Cambiamenti Climatici e tradizione

La tradizione è onnipresente, e, per quanto vi siano tocchi personali in ogni angolo di ogni singolo presepe, essa è sovrana. L’arte stessa viene tramandata di generazione in generazione, preservando un rito di passaggio ed istruzione antico al punto da sembrare romanticamente anacronistico oggi. Il legame con la trazione è talmente forte che nemmeno quando le innovazioni tematiche sono lampanti esso viene reciso. In particolare, troviamo alcuni presepi dedicati al cambiamento climatico. Uno, particolarmente suggestivo, è stato realizzato ed immerso in un bidone pieno di acqua marina e rimasugli plastici.

museo presepi a cracovia

Riflettere

Non credevo che una mostra di presepi avrebbe potuto portarci a riflessioni profonde sull’importanza del proprio retaggio culturale e di come questo rimanga forte in funzione del modo in cui viene tramandato. I presepi di Cracovia, però, sono proprio questo, la forza di una tradizione antica narrata in foglietti lucidi che si lancia nel presente per raccontarlo e raccomandarsi al futuro.

Dettagli:

Museo Storico della Città di Cracovia

Via Lubicz 16

{"slides_column":"3","slides_scroll":"1","dots":"true","arrows":"true","autoplay":"false","autoplay_interval":"2000","speed":"300","rtl":"false","infinite":"true","blogdesign":"design-1"}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *