Il meglio del 2018!

Dicembre 31, 2018 Always Ithaka No comments exist

Addio 2018, benvenuto 2019!

Ci risiamo, fine dell’anno, tempo di tirare le somme e riflettere sull’anno che, ormai, sta giungendo alla fine.

Questo 2018 è stato un anno pazzesco per Ithaka. Le visite al blog hanno cominciato a subire un’impennata, la nostra piccola comunità su Instagram cresce di giorno in giorno e gli scambi personali con i nostri follower diventano sempre più frequenti.

Per non parlare dei progetti, al momento segreti, iniziati proprio in coda al 2018 e che vedranno la luce nel 2019. Abbiamo viaggiato, tanto, vissuto a metà tra la nostra amata Milano, le Dolomiti e il resto del mondo. Abbiamo preso circa 10 aerei, inaugurato una nuova tratta, dormito in almeno 50 diverse stanze d’hotel, di cui una infestata dai topi, macinato più di 10000 km in macchina tra Scandinavia ed Europa continentale.

volo india

 

Abbiamo rivisto amici lontani, ne abbiamo riscoperti di perduti, incontrati di nuovi come la simpaticissima @georginawanderlust e chiamato altri a due o tre fusi orari di distanza. Abbiamo condiviso grandi cambiamenti, festeggiato due anni di convivenza, la nascita di un nipote, il compimento di 29 e 26 anni.  Importanti decisioni sono state prese, grandi svolte esistenziali, cambiamenti positivi per contribuire a rendere questo mondo un po’ più sano.



 

Le esperienze, però, sono ciò che più rimarrà di quest’anno. Non gli oggetti acquistati in viaggio, non le ore di volo, non gli shampoo rubati negli hotel.

Siete curiosi di sapere quali sono state le nostre esperienze più belle del 2018?

Aurore Boreali

Per la seconda volta nella nostra vita siamo volati a nord, tra Norvegia e Islanda, e le aurore non ci hanno deluso, anzi.

fotografare aurora

 

Sami

Un popolo antico, che vive in comunione con la natura onorando tradizioni nomadi vecchie di secoli, ci ha ospitato nella sua vita di tutti i giorni. Indimenticabile, una delle esperienze da provare una volta nella vita.

 

Giungla

Spostarsi nella giungla dell’India del nord seguendo le orme delle tigri è uno degli highlight di quest’anno.



Dormire nel deserto

Tende beduine, fuoco e stelle. Il resto è solo silenzio.

esperienze 2019

Cliff jumping in Marocco

Che dire, provare per credere!

 

Harry Potter Studio Tour

Sì, lo so, vi sembrerà un po’ fuori luogo rispetto le precedenti esperienze. Eppure, vedere il set dei film che hanno dato vita ai libri della mia infanzia, adolescenza ed età adulta è stato meraviglioso ed inaspettatamente divertente.

 

Taj Mahal

Poche cose al mondo sono tanto belle da privare di fiato i polmoni di chi le osserva come il mausoleo bianco.

 

Le miniere di sale di Wieliczka

165 metri sotto terra, nel cuore della Polonia, passeggiando tra leggende di gnomi e cattedrali sotterranee. Imperdibile.

Sauna ad Helsinki

Esperire la Sauna dove è stata inventata e bere una birra con i Finlandesi prima di gettarsi nel Baltico ha dato un senso autentico alla nostra breve visita in Finlandia.



Traghetto Stockholm-Helsinki

Una notte in terza classe, sotto il vano macchine solcando il mare per raggiungere la Finlandia.

Europa mare

Auschwitz e Shasenhausen

In termini di esperienze queste sono tra le due più significative ed importanti fatte quest’anno. Un monito a chi oggi tace ed osserva lo scempio che il nostro razzismo sta compiendo.

Tivoli

Un giro di giostra sullo StarSky sospesi a piedi nudi a settanta metri di altezza sopra Copenhagen.

tivoli europa

Una torta pere e cioccolato

A Courmayeur, esiste un luogo in cui la torta pere e cioccolato è un arte. Mangiarla con le mani in due minuti quasi senza respirare è un’inevitabile conseguenza.

Guidare un Tuk Tuk nel cuore della notte a Jaipur.

Non credo serva aggiungere altro, a parte forse specificare la totale mancanza di senno del proprietario del mezzo che ha messo Save al manubrio mentre lui si sbracciava nell’urlare parolacce, in Italiano.

Ait Ben-Haddou

Una gita ai limiti della sopravvivenza, alle porte del deserto in Marocco. Tra colpi di calore, pizze con la salsa bbq e luoghi di magnifica bellezza.

SeaLegacy @Fotografiska di Stoccolma

Osservare la mostra di Paul Nicklen e Christina Mittermeier che dedicano la loro vita e la loro fotografia per salvare i nostri oceani è stato un privilegio. Pochi al mondo hanno il coraggio e il talento di dedicarsi a progetti così importanti, utili e altruistici.

Abbiamo di che essere grati e di che essere felici.

 

 

 

Un ringraziamento particolare vorrei spenderlo,però, per Save.

Per questi quasi sette anni insieme, per i 34 paesi visitati mano nella mano e Canon nell’altra. Per la felicità e l’adrenalina che ha portato nella mia vita. Per tutte le volte che ci siamo ritrovati gli scarponi coperti di fango, per i giri in motorino, per cuccioli accarezzati, per le lingue non capite, per la passeggiata accanto alla East Side Gallery. Per tutte le spiegazioni di storia dell’arte, per tutte le tecniche video che impari ogni giorno e provi ad insegnare a me. Per avermi convinta a guardare Star Trek Next Generation. Per le risate. Per l’adozione al Gibbon Rehabilitation Centre, le donazioni a SeaLegacy, Virunga e al WWF.

Per tutto, per noi. Per Ithaka. Per questo 2018 che sta sciamando via e quel 2019 che si preannuncia grandioso.

Se il post vi è piaciuto condividete la nostra storia, il nostro 2018. Se volete offrirci il primo ko-fi del 2019, cliccate il bottone verde.

Se il 2018 vi ha deluso, non disperate, il 2019 è ancora tutto in potenza. Se il 2018 vi ha, invece, emozionato, preparatevi a godere del tempo che verrà.

a presto, o meglio, all’anno prossimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *