Introduzione alle Maldive, tutto quello che dovete sapere prima di partire

Febbraio 18, 2019 Always Ithaka No comments exist

Maldive. Più che un nome pare un traguardo, più che un paese uno status symbol da conquistare. Resort di lusso, palafitte, squali a riva e tramonti senza fine. Eppure le Maldive sono tutt’altro. Un paese distribuito su una miriade di piccoli atolli paradisiaci in cui le donne camminano velate, i locali risposano nell’ora calda e il lusso e il consumismo distano dieci minuti di speed boat. Una distanza piccola, che i maldiviani difendono strenuamente. Viaggiare alle Maldive on budget non solo è possibile ma è anche, infinitamente più bello. Come? scriveteci, da inizio Marzo saranno disponibili i primi pacchetti Maldive Low cost di alwaysithaka! Per saperne di più, contattateci.

Una volta stabilito che le Maldive sono realmente alla portata di ogni portafoglio, non resta che scoprire la realtà oscurata dallo sfavillante lusso dei resort.

La religione

La prima cosa da tenere a mente viaggiando nelle vere Maldive è che sono un paese musulmano. Il 100% della popolazione è musulmana sunnita e non sono ammesse altre confessioni. Tant’è che per un non musulmano è davvero raro ottenere la cittadinanza Maldiviana. Per il turista questa omogeneità religiosa si traduce nel divieto di consumo di alcol nelle isole abitate e nell’uso del bikini limitato alle spiagge turistiche. Se queste due restrizioni vi paiono invalicabili, sappiate che non appena metterete piede sulle nostre amatissime isole vi dimenticherete di certi cavilli e scoprirete che ne varrà assolutamente la pena. 

maldive

Maldivian way

I maldiviani sconvolgeranno il vostro immaginario del musulmano sunnita. Gli isolani possiedono un’attitudine alla vita estremamente pacifica e allegra. La loro accoglienza è sincera e la loro disponibilità pressoché infinita. I primi giorni, camminando scalzi per le vie dell’isola, sentirete il richiamo del muezzin alla preghiera. Piano piano l’intera popolazione locale si smobiliterà, ridendo e salutandovi per uno dei momenti più conviviali della loro giornata. Dopo tre giorni non userete più l’orologio ma vi regolerete anche voi sul melodico canto religioso. Questo è uno degli insegnamenti più preziosi che le Maldive regalano a chi le visita, l’assenza di scadenze o fretta, la gioia dell’essere padroni del proprio tempo.



Occhio al cocco!

Sappiate, inoltre, che i Maldiviani sono incredibilmente superstiziosi! Ogni evento nefasto, imprevisto o spaventoso, viene attribuito all’opera dei Jinn, gli spiriti della tradizione musulmana. Per non parlare delle noci di cocco che secondo i Maldiviani possiedono potere magici, al punto che una noce di cocco, nel posto sbagliato, potrebbe essere accusata di star praticando magia nera ed essere arrestata seduta stante.

maldive

Il lavoro secondo le Maldive

I Maldiviani possiedono una profonda etica del lavoro, o come spiegatoci da Adam, il nostro diver,: “A volte rido quando vedo i turisti correre qua e là per l’isola con tutti i loro averi. Qui non ruba nessuno, la nostra è una comunità molto stretta e attenta. Abbiamo tutti un lavoro, un buon lavoro. A cosa ci servirebbe rubare? Certo, può sempre capitare, mai dire mai. Ma saremmo noi i primi a cercare di risolvere la faccenda. Un maldiviano lavora, un maldiviano che non lavora…mmm…no. Non c’è un maldiviano che non lavori.

Lavorano sodo e con pazienza, senza mai lamentarsene o perdere il sorriso. Salvo casi estremi di ospiti molesti. Il primo impatto, però, sarà diametralmente opposto. Vedendoli sempre sorridenti, spostarsi a piedi o riposare all’ombra durante le ore calde vi daranno l’idea di non star facendo assolutamente nulla. Quest’immagine è il calcio morale allo stile di vita consumista in cui noi viviamo. Non si lavora tanto per avere di più. Si lavora il giusto per stare bene.



Le donne alle Maldive

Anche le donne hanno cominciato ad emanciparsi dalla vita casalinga inserendosi nella fiorente industria turistica. La tradizione vorrebbe che si occupassero prevalentemente della casa e dei figli ma grazie all’istituzione delle scuole e alla proliferazione di guest house sulle isole abitate, la tradizione sta cedendo il passo alla modernità. Non sono tenute ad osservare il purdah, le regole di comportamento restrittive previste dal Corano, ma preferiscono indossare il velo anche se le ragazze più giovani cominciano a lasciare i capelli scoperti, sulla scorta del modello occidentale. In spiaggia le vederete sempre vestite e nuotare con i famosi burkini che tanto hanno indignato la Francia. Inoltre, il venerdì, assisterete ad una vera e propria migrazione di ragazze verso le spiagge più remote dell’isola dove cominceranno ad imbastire il grande barbecue di pesce del giorno festivo musulmano.

maldive

Futuro

Le Maldive sono un paradiso in via d’estinzione. Il surriscaldamento globale ne sta minacciando l’esistenza, uccidendo i coralli a facendo salire il livello del mare  ad una pericolosa velocità. Presto o tardi, le stime parlano di un lasso di tempo che varia dai 30 ai 50 anni, questi splendidi atolli saranno completamente sommersi dal mare e con essi la vita dei maldiviani. Il governo sta investendo una notevole quantità di risorse in land grabbing, prevalentemente in India e nel vicino Sri Lanka, e nella costruzione di un’isola artificiale, Hulhumale, a due metri sopra il livello del mare, in cui traferire la quasi totalità della popolazione. L’eradicamento della popolazione maldiviana è un fatto inevitabile, un destino condiviso con tutti quei paesi sotto il livello del mare minacciati dall’innalzamento dello stesso. Il problema, però, sarà convincere gli abitanti delle piccole isole ad abbandonarle. I maldiviani, infatti, sviluppano un attaccamento profondissimo, quasi ancestrale, con l’isola in cui nascono. Lasciarle al loro destino per trasferirsi su un’isola compound non è una prospettiva attraente, soprattutto per chi abituato a vivere in luoghi in cui la popolazione sfiora appena le 600 persone.

Oltre al surriscaldamento globale le Maldive stanno anche affrontando un emergenza rifiuti preoccupante, troverete altre info in questo post.

La vita alle Maldive si svolge secondo ritmi particolari, dettati più dalle maree che dai fusi orari. Un’esistenza meravigliosa, che rischia di scomparire, ingurgitata dal mercato del turismo di lusso e dal crescente livello delle acque. Visitare le Maldive significa entrare in contatto con una realtà delicata e fragile, meravigliosamente sincronizzata con l’acqua in ogni suo aspetto. Nel principio come nella fine.

maldive

Se avete intenzione di partire per questo paradiso non dimenticate di leggere questo post dove troverete il nostro travel kit Mare a impatto ambientale zero

Se il post vi è piaciuto condividetelo, se invece vi ha convinto a scappare alle Maldive, scriveteci subito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *