Itinerario di viaggio in Giappone di 11 giorni

Novembre 8, 2018 Always Ithaka No comments exist

8 Novembre 2018 / by Always Ithaka

Martina Miccichè

Il Giappone, la terra del sol levante, chi non ha mai sognato di andarci? Questo è l’itinerario che abbiamo seguito noi, spalmato su 22 giorni ma si può facilmente compiere in 11.

Stagione

Hanami. Abbiamo scelto come primo approccio il più poetico e noto periodo dell’anno, quello della fioritura dei ciliegi, in cui i Giapponesi si ritrovano in famiglia, tra colleghi o amici a mangiare pranzi al sacco sotto gli alberi in fiore, contemplando la finitezza delle cose.

Volo

Aereo airChina, il biglietto costa relativamente poco , circa 350 euro, con questa compagnia, l’esperienza, con il senno di poi, si rivela talmente assurda da essere un bel ricordo. Volo sgangherato, passeggeri indisciplinati, catering inquietante (a chi potrebbe mai venire in mente di servire un wurstel con crauti e poi un chili di carne con 200 persone a bordo e un volo da 11 ore se non airChina?), ritardo e trattenimento all’aeroporto di Shanghai, per non parlare dello splendido intrattenimento in cinese. In ogni caso, con Skyscanner avrete anche altre opzioni e potrete trovare la miglior combinazione prezzo-durata del volo.

Viaggiatori

I prezzi, gli arrangiamenti, le stanze sono stati tutti organizzati per due persone, in questo modo vi sarà più semplice farvi un’idea accurata.

Hotel

la tipologia di Hotel vira sul classico 3/4 stelle,  non per un nostro amore per il lusso quanto più perchè in Giappone anche gli ostelli più sgangherati garantiscono un livello di servizi molto alto, per non parlare della pulizia ottima. Se volete tentare qualcosa di veramente tipico vi consigliamo di pernottare in un Capsule hotel e in un Ryokan, il primo è la sistemazione più economica ed efficiente architettata dai giapponesi, il secondo, come già saprete, è la tipica abitazione tradizionale Giapponese.

Ryokan

Per pernottare in un ryokan, ci sono degli accorgimenti da sapere, innanzitutto, potete prenotarli anche senza la mediazione dei centri culturali giapponesi, certo avrete meno scelta, ma spenderete decisamente meno. Un fatto singolare ma fondamentale è costituito dall’impossibilità di prenotare con più di tre mesi di anticipo, perciò non disperate se vi danno il tutto esaurito è spesso dovuto al fatto che le strutture non siano ancora prenotabili.

Spostamenti

Per spostarvi tra le città giapponesi utilizzare gli Shinkansen, i treni ad alta velocità, vi consentiranno di raggiungere mete lontane in pochissimo tempo. Facendo l’abbonamento da una o due settimane, il Japan rail pass, avrete accesso anche ad alcuni mezzi cittadini ma sappiate che ogni linea metropolitana, a Tokyo ve ne sono tredici, fa fede ad un diverso gruppo di agenzie, per cui vi troverete spesso a dover fare comunque il biglietto corsa singola. Il consiglio è di evitarlo e fare la Pasmo o la Suica con cui risparmierete e sarete sicuri di potervi muovere in tranquillità.

Cibo

Sfatiamo un mito, in Giappone non si spende tanto per mangiare e si mangia bene! L’unico accorgimento, che vale per qualunque paese la mondo, è quello di evitare i luoghi turistici. Fidatevi dei giapponesi e osservate i piccoli ristoranti che servono un’unica specialità in cui si infilano, sono eccellenti.

Spesa media per persona

Per 22 giorni la nostra spesa, tra volo, hotel, cibo e divertimenti è stata di 1800 euro a testa.

Bene, ora che avete scoperto che il Giappone non costa poi così tanto siete pronti a stabilire l’itinerario.

 

Giorno 1 del viaggio in Giappone: arrivo a Tokyo

 Arrivati di notte, a causa del ritardo di cui sopra, siamo filati dritti per dritti a mangiare un boccone a un combini, supermercato 24/7, per poi ritirarci nel nostro hotel, per l’esattezza lo Smile Hotel di Kayabachō, un’ottima scelta se avete un budget ridotto ma non avete voglia di soggiornare in un capsule hotel o in un ostello della gioventù.

 



 

Giorno 2, Tokyo Ueno e l’Hanami

Sveglia di buon’ora e prendiamo la metro per arrivare a Ueno, la fermata si trova fortunatamente sulla stessa linea che ci collega all’hotel. Arrivati al parco ci troviamo davanti allo spettacolo dell’Hanami in tutto il suo splendore, centinaia di famiglie di Giapponesi che stanno preparando i loro picnic per trascorrere la giornata  mangiando,bevendo e osservando i ciliegi. Se volete provare anche voi l’ebrezza di unirvi alla contemplazione dei ciliegi, ricordatevi di arrivare molto presto la mattina , verso le 8 del mattino è già praticamente quasi tutto occupato.

tokyo itinerarioItinerario giapponeitinerario giappone

 

Successivamente ci siamo diretti per una veloce visita al museo Nazionale di Tokyo, questo è il più grande e antico museo del Giappone al cui interno troverete una collezione di Arte e Archeologia Giapponese.

itinerario giapponecarpa tokyo arteitinerario giappone

 

Subito dopo ci siamo incamminati verso Yanaka, il cuore della città bassa Shitamachi. Qui infatti troverete case basse ristorantini e negozi dalle insegne usurate, questo quartiere ha ospitato l’accademia di arte di Tokyo ed era il preferito da scrittori e artisti, nonchè casa di molti templi buddhisti. Consigliamo a tutti di farvi un giro in questo luogo  (oltre a questa qui troverete le altre 11 cose migliori da fare a Tokyo)  dalle fattezze antiche incastonato fra i grattacieli e i neon delle zone più moderne della città.

tokyo

 

Dopo un rapido riposo in Hotel abbiamo finito la sera nel futuristico quartiere di Akihabara, casa di sale giochi a cinque piani e centinaia di negozi di modellini, manga e videogiochi. La città elettrica è anche la più vasta area al mondo di vendita di beni elettronici e computer. Se avrete pazienza fra tutti i negozi di usato potreste sicuramente trovare qualche occasione. Sì, qui troverete anche uno stuolo di sexy shop.

tokyo

 

Giorno 3 Visita a Nikko

Il nostro Cammino in Giappone continua con una iornata dedicata alla visita di Nikko, antica città a 140 km da Tokyo inserita come patrimonio dell’UNESCO. Oltre ai numerosi edifici storici, alcuni molto antichi, potrete ammirare il parco nazionale di Nikko, casa di numerose cascate e scorci spettacolari. Oltre a questo, la piccola città ospita numerose  sorgenti termali dove potersi riposare.

Itinerario in giapponeitinerario in giappone

 

Una volta tornati a Tokyo abbiamo optato per la visita dell’antico tempio del Senso ji. L’imponente tempio buddhista sorge nelle vicinanze della Tokyo Sky Tree Tower che potrete quindi raggiungere a piedi. La torre si erge  su un centro commerciale in cui troverete sia lo shop della rivista Jump! sia un Pokemon centre, una volta terminate le spese folli consigliamo di prendere i biglietti per accedere fino alla parte più alta, costa di più ma si vive una volta sola, e vedere Tokyo da quell’altezza vale decisamente la pena.

itinerario in giappone itinerario in giappone

 

Giorno 4 Da Tokyo a Kyoto

Sveglia di buon’ora e diretti in stazione per prendere il primo Shinkansen diretto a Kyoto. In meno di 3 ore lo spostamento fra Tokyo e Kyoto è fatto, state solo attenti a non tardare neanche di un minuto rispetto l’orario prenotato, i treni Giapponesi sono  famosi in tutto il mondo per la loro puntualità estrema, parliamo in termini di minuto spaccato.

Arrivati a Kyoto e dopo aver sistemato le valige in hotel ci rimane più di  mezza giornata per iniziare a visitare l’antica capitale. Noi abbiamo optato per una visita al parco Maruyama, dove risiede il maestoso ciliegio piangente più antico del Giappone che nel periodo dell’Hanami riesce sempre a incantare qualsiasi visitatore straniero e locale.

itinerario in giappone

 

Per finire la giornata vi consigliamo di passeggiare lungo il fiume e per le strade di Pontocho dove potrete trovare molti locali dove mangiare e passare la sera.

Giorno 5 Fushimi inari

Poco a sud di Kyoto si trova una delle attrazioni più caratteristiche del Giappone, il Fushimi Inari Taisha. Per raggiungerlo dovrete prendere la Metro e prepararvi a immergervi in un’onda anomala di turisti che ogni giorno invade il santuario, se avete tempo e voglia vi consigliamo di andare alle prima luci del sole, verso le 6 del mattino per poter godere di una passeggiata in solitaria all’interno del santuario. Potrà sembrare una faticaccia ma poter visitare il parco senza turisti, accompagnati da qualche sporadico giapponese intento a fare jogging, è qualcosa di imperdibile

itinerario in giappone itinerario kyoto

 

La prossima tappa è il Nishiki market, l’imponente mercato coperto di Kyoto, perfetto per passare un pomeriggio piovoso. Il mercato è pieno di qualsiasi tipo di negozio, dalla rivendita dei caratteristici Kimono ai ristoranti di Ramen fino alle sale giochi sempre gremite di giovani giapponesi.

Giorno 6 Gita ad Arashiyama

Il nostro percorso nella terra del sol levante prosegue solo a 15 minuti di treno da Kyoto, dove sorge questa incredibile foresta di Bambù. Nei pressi della foresta sorge  la montagna delle scimmie, vi basterà percorrere una breve camminata per salire su questa collina popolata da centinaia di macachi giapponesi.

itinerario in giappone itinerario in giappone

 

Giorno 7 Castello Nijō e Ginkakuji 

Oggi si parte dal Castello Nijō nella parte centrale della città, un imponente palazzo finito di costruire nel 1626 per volere del primo Shogun del periodo Edo, Tokugawa Ieyasu, è un’immancabile visita per ogni turista che approdi a Kyoto.

Successivamente procedete verso Kiyomizudera, un tempio che sorge sulla collina Higashiyama, è anche uno dei finalisti per le sette meraviglie del mondo moderno. Per la costruzione di questo tempio buddhista immerso nel verde non venne utilizzato neanche un singolo chiodo .

Successivamente procedete verso Sannenzaka e Ninenzaka, bellissimi quartieri pieno di negozi e di turisti, per evitare questi ultimi vi consigliamo di andare dopo la chiusura dei primi.

Giorno 8: a scelta

Purtroppo per il limitato periodo e la quantità immensa di cose da vedere dovrete inevitabilmente fare delle scelte, vi indichiamo altre 3 visite che ci hanno affascinato particolarmente e che potrete scegliere per questo ottavo giorno del nostro itinerario in Giappone.

Chishaku-in

Non lontano dal parco Maruyama vale decisamente la pena di essere visitato.

itinerario a kyotoitinerario kyoto

 

Daigo-ji

Antichissimo tempio buddhista (874 dc) sorge vicino al Fushimi Inari, indubbiamente una delle visite più belle che abbiamo fatto a Kyoto, purtroppo si trova in una zona piuttosto scomoda da raggiungere, ma se troverete il tempo non ne rimarrete delusi.

itinerario kyoto

Nara 

Antica città vicino a Kyoto, dove avrete occasione il Tōdai-ji, Tempio buddhista al cui interno troverete la più grande costruzione di legno al mondo al cui centro si erge in tutta la sua magnificenza la grande statua del Buddha, un’imponente statua di bronzo alta 14 metri, nel suo complesso sono presenti altre statue imponenti rappresentanti antiche divinità e innumerevoli templi minori, oltre a migliaia di cervi pronti a importunarvi per chiedere del cibo. Un consiglio, non comprate i biscotti per nutrirli, sì verrebbe proprio una bella foto su instagram, ma non contribuirete al benessere dei cervi che sono abbondantemente dipendenti dallo zucchero presente nei biscotti.

itinerario nara itinerario nara

Giorno 9 Ritorno a Tokyo

Giornata di rientro a Tokyo, prendete lo Shinkansen e via di nuovo verso la capitale.

Una volta rientrati  prendetevi il pomeriggio per visitare Santuario Meiji (Meji Jingu), si tratta del più grande santuario Shintoista del Giappone, situato nel parco Yoyogi Koen a Shibuya. Nei pressi del parco potrete poi visitare Harajuku, folkloristico quartiere famoso per essere caratterizzato dagli stili Lolita, Rockabilly, Punk e Cyberpunk.

La sera fermatevi ad osservare il famoso incrocio di Shibuya, entrate nell’immensa libreria Tsutaya, esploratela e poi fermatevi ad osservare il movimento coordinato di una miriade di persone che attraversa l’incrocio più affollato al mondo. Per cena mangiate dei Gyoza.

Giorno 10

La mattina consigliamo di dedicarla alla visita all’imponente palazzo imperiale di Tokyo, residenza della famiglia imperiale Giapponese e circondato da bellissimi giardini, luogo perfetto dove osservare l’Hanami.

Il pomeriggio proseguite verso il quartiere Ryogoku dove troverete l’Edo Museum, focalizzato sulla storia presente passata e futura di Tokyo. Nei pressi troverete anche il palazzetto del sumo Kokugikan, i principali tornei si svolgono a Gennaio, Maggio e Settembre, ma in alternativa ad assistere a un incontro vero e proprio potrete osservare agli allenamenti degli atleti che si svolgono a Arashio-Beya vicino alla fermata di Hamacho (uscita A2).



Giorno 11

Ed eccoci all’ultimo giorno del nostro itinerario in Giappone, a disposizione per vivere le ultime immancabili esperienze Nipponiche.

Cominciate la mattina con la visita al museo Ghibli, ricordatevi di prenotare con largo anticipo.

I biglietti non potranno essere comprati sul luogo e dovrete provvedere a comprarli online dall’Italia almeno 3 mesi prima della visita. Il museo si trova poco fuori Tokyo, dovrete quindi mettere in preventivo di usare l’intera mattinata per questa visita.

Una volta tornati a Tokyo se siete amanti dello shopping di lusso non perdetevi il quartiere di Ginza, una delle zone più esclusive della capitale. In alternativa potete optare per una visita all’isola di Odaiba dove oltre a immensi centri commerciali troverete anche una statua 1:1 di un Gundam, il  Museo Nazionale delle Scienze e delle Innovazioni Emergenti e avere una fantastica vista sullo skyline di Tokyo.

Finite la giornata in un Onsen, esperienza che consigliamo a chiunque di provare, sopratutto durante le giornate piovose e più fredde, ma fate attenzione , se avete tatuaggi in molti non vi faranno entrare, informatevi prima riguardo le loro politiche di accesso, onde evitare imbarazzanti cacciate.

Ultimo ma non meno importante, se in tutto questo itinerario, vi dovesse avanzare una giornata o una sera, andate a Disneyland!: Vivere questo parco in mezzo ai giapponesi è già un’esperienza di per sè, l’atmosfera e la precisione delle file non faranno che ampliare la meraviglia. Un consiglio, salite sulla giostra di Biancaneve, credetemi il finale è piuttosto sorprendente, un esempio massimo del sadismo nipponico.

 

Guide 

Queste sono le migliore guide tra quelle utilizzate durante il viaggio

(cliccate sull’immagine per la shortcut di amazon)

  Lonely Planet Giappone

Giappone

Natgeo Giappone

giappone

Giappone la guida nerd

tokyo nerd

per saperne di più qui, parliamo dei libri essenziali per capire il Giappone.

Questo è il nostro itinerario stringato in dieci giorni, se vi è piaciuto, condividetelo, se volete provarlo e vi serve una mano per organizzarlo, contattateci, se volete offrirci un ko-fi da sorseggiare mentre progettiamo il secondo viaggio in Giappone press the button.

Per approfondire questo link contiene tutti i post correlati e la nostra bellissima cartina del Giappone!

さよなら!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *