Londra con Bambini : cosa fare, cosa vedere e come muoversi.

Maggio 27, 2019 Always Ithaka No comments exist


Londra è il luogo perfetto per un primo viaggio da genitori. Abbiamo avuto modo di sperimentarlo portandovi nostro nipote di 11 mesi. Nathan non solo è stato bravo ma si è anche divertito,è rimasto affascinato dagli enormi edifici, si è innamorato di un t-rex ed ha gioito osservando Londra dall’alto del London eye. Viaggiare con un bambino, però, non è semplice come viaggiare da soli. Occorrono più pause, ritmi più lenti e qualche borsa in più. Nonostante ciò siamo riusciti a vedere tutto, spendendo relativamente poco. Come?

Volo e bagaglio

La prima cosa da valutare, come sempre, è il volo. Avendo Nathan meno di un anno deve essere tenuto in braccio da un adulto durante il volo. Per questa ragione abbiamo scelto Easyjet, lo spazio tra i sedili è decisamente maggiore rispetto Ryan Air e consente al bambino e al genitore designato a tenerlo in grembo con più libertà di movimento. Easyjet, inoltre, consente di portare a bordo due articoli gratuitamente tra passeggini, lettini da viaggio, etc. Per ogni bambino è possibile portare a bordo anche un piccolo bagaglio, nel nostro caso la borsa pannolini.

londra bambini

Il Viaggio

Le famiglie con bambini hanno accesso all’imbarco prioritario, in modo da non far stancare i bambini in attesa e fornire alle famiglie quanto necessario al volo. Abbiamo potuto tenere il passeggino con noi fino all’arrivo alle porte del velivolo, dove l’abbiamo consegnato al personale di terra addetto al cargo. Una volta a bordo ci è stata consegnata la cintura speciale per legare il bambino all’adulto prescelto. Importante notare che il primo nome che viene inserto al momento della registrazione dei passeggeri al momento dell’acquisto deve essere quello di colui che terrà il bambino, nel nostro caso mio fratello. Durante il volo Nathan ha dormito ininterrottamente, salvo una breve passeggiata in corridoio all’andata. Al ritorno è riuscito a dormire persino mentre una bruttissima turbolenza ci ha fatto perdere quota più volte. Beato lui, la zia stava per vomitarsi il cuore fifona com’è!

Alloggio

Se viaggiate con bambini riteniamo che il tipo di alloggio più indicato sia l’appartamento. In questo modo non solo avrete tutto il necessario per mantenere la routine dei bambini il più possibile stabile ma avrete anche spazio sufficiente per lasciarli giocare o gattonare nel nostro caso.

Quartieri

Il nostro consiglio è di scegliere quartieri residenziali, tranquilli ma ben serviti, in modo da avere tutto a disposizione. Un fattore cruciale nella scelta dovrebbe essere la prossimità di un fermata metro, in modo da giungere il più vicini possibile all’appartamento al momento di tornarvi.

Kensington

Uno dei nostri quartieri preferiti è anche uno dei più adatti ai viaggi con bambini. La sera è possibile passeggiare per le vie, tranquille e senza troppa folla. Inoltre sono presenti diversi pub, molti ristoranti, take away , supermercati e farmacie. I Tesco sono piuttosto sforniti di prodotti alimentari per bambini, perciò vi consigliamo di fare acquisti da Sainsbury. Questo è l’appartamento in cui abbiamo soggiornato per quattro notti. Situato a Collingham place e prossimo alla fermata di Glouchester Road.

Islinghton

Uno dei quartieri più belli e costosi di Londra offre una pluralità di servizi invidiabili per le famiglie. Questo appartamento fornisce quanto di più adatto, compresa una camera per bambini con lettini annessi.

Spostarsi

La metro di Londra è il mezzo più efficiente e veloce. Nathan non era esattamente felice di passarvi più di un quarto d’ora ma, alternando l’uso della metro a passeggiate, siamo riusciti a non stressarlo e fargli godere appieno la città.

Cosa vedere

Londra è piena di attrazioni interessanti anche per i bambini, di tutte le età. Queste sono le nostre favorite.

London Eye

Giostre South Bank

Camden Town

Natural History Museum

Harry Potter Studio Tour

Tower Bridge

Harrod’s, reparto giochi

Pub

Consigli

Programmate delle pause a casa, magari coincidenti con l’ora di pranzo, in modo da dare al bambino un attimo di stabilità durante la giornata.

Portate un marsupio. I bambini si stufano presto di stare nel passeggino e in una città straniera potrebbe essere meglio per loro percepire spesso la vicinanza fisica dei genitori.

Portate sempre dietro un cambio. Qual’ora il bambino si sporcasse o bagnasse è sempre meglio avere a portata di mano un cambio completo, giacca compresa.

Portate un’impermeabile per il bambino e per il passeggino. A Londra il sole si alterna alla pioggia con una frequenza disarmante,meglio essere preparati.

Portate qualche pappa da casa, formato inferiore ai 100 ml per il bagaglio a mano. In questo modo il bambino non subirà un cambio di dieta e non risentirà troppo della permanenza all’estero.

Siate sereni, in Inghilterra sono tutti sempre ben disposti verso le famiglie con bambini e saranno sempre pronti ad aiutarvi quando e se ne avrete bisogno.

Conclusione

Nathan è un bambino molto piccolo ma molto vivace. Ha passato il suo weekend a Londra ridendo, sgranando gli occhi e rubando gli occhiali a Save. Viaggiare con un bambino può sembrare un’impresa ma, in realtà, richiede solo maggiore pianificazione.

Se il post vi è piaciuto o vi è stato utile, condividetelo! Se avete bisogno di un aiuto professionale per organizzare il primo viaggio del vostro bimbo, scriveteci!

Cliccate qui invece per visualizzare un’ipotetico itinerario di tre giorni a Londra

Safe travels!

{"slides_column":"3","slides_scroll":"1","dots":"true","arrows":"true","autoplay":"false","autoplay_interval":"2000","speed":"300","rtl":"false","infinite":"true","blogdesign":"design-1"}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *