Nepal in pillole: dove si trova il Nepal?

Maggio 14, 2020 Always Ithaka No comments exist
0 Condivisioni


Quanti di voi hanno googlato, almeno una volta nella vita, “dove si trova il Nepal'”? O ancora quanti hanno immesso nel motore di ricerca parole chiave del tipo: “capitale nepal”, “Nepal dove si trova”, “Nepal mappa”? In questo articolo abbiamo riassunto tutte queste piccole informazioni necessarie a farsi un’idea ben precisa del Nepal e potervi organizzare un viaggio incredibile. Alla fine dell’articolo verrete indirizzati ad un articolo in cui vi diamo tutte, proprio tutte, le informazioni necessarie per partire e viaggiare in Nepal senza agenzia.

Dov’è il Nepal?

Il Nepal si trova in Asia, precisamente nella regione Himalayana. Confina con il Tibet a Nord, l’India a est,a sud e ovest. Esso e circondato da diverse province indiane quali  Uttarakhand, Uttar Pradesh e Sikkim. A nord il confine con la Cina e il Tibet è interamente percorso da catene montuose che vantano le altezze più alte, tra cui spicca proprio la montagna più elevata al mondo: l’Everest con i suoi 8848 metri.

Vista dell'everest dal Chitwan National Park

Cartina del Nepal

Per darvi un’idea visiva del paese osservate la cartina qui sotto. Gli accessi al Nepal via terra non sono stati percorribili se non a partire dalla seconda metà del novecento a causa della decisione dell’impero coloniale britannico di usare il Nepal come semplice cuscinetto protettivo dei loro possedimenti indiani.

Nepal cartina.

La Bandiera del Nepal

La bandiera del Nepal è una delle più singolari al mondo per via della sua forma inusuale. La forma della bandiera è quella di un poligono costituito da due triangoli rettangoli dalla lunga ipotenusa. La bandiera nepalese, adottata nel 1962, è nata dalla fusione delle sue bandiere triangolari precedentemente appartenenti alle due case regnanti. I colori sono semplici, ma carichi di significato. Il blu rappresenta la pace, il cremisi è il colore della nazione e i due simboli in bianco riprendono quelli delle casate reali. L’auspicio è che il Nepal duri come il sole e divenga puro e sublime come il fiore di loto.

Bandiera Nepal

Religione in Nepal

In Nepal, quasi come nella vicina India, convivono diversi culti. Il gruppo più numeroso è quello costituito da Induisti,circa 80%, seguono poi i Buddhisti con un 9%, i musulmani il 4,4%, un 3% è costituito da devoti allo Yumaismo, seguono infine i cristiani con l’1,4% e infine i seguaci del Bon tibetano che assieme ad altre minoranze religiose formano il restanter 0,9%. Per approfondire quest’ultima consigliamo la lettura de libri “Bon. Lo sciamanesimo pre-buddhista del Tibet” di R. Maxwell e “Il sacrificio rituale tibetano” di A. Chaul.

Terremoto Nepal

Il Nepal è un luogo altamente sismico, ciclicamente interessato da terremoti di grande portata come quello del 2015 di magnitudo 7,8 che ha raso al suolo villaggi e spostato la capitale di ben 2 metri, innalzandola di 1. Sul monte Everest si è registrata una potente valanga che ha ucciso circa 17 persone che si sommarono al già tragico bilancio di 10600 persone. Il terremoto ha inoltre causato lo sfollamento di centinaia di migliaia di persone riallocate in tendopoli di emergenza.

Macerie terremoto in nepal

Il nostro viaggio in Nepal durante il Terremoto

Il 2015 è proprio l’anno in cui abbiamo visitato questo paese incredibile. Al nostro arrivo il terremoto principale si era già scatenato e siamo stati perciò testimoni della sua devastazione e delle scosse di assestamento che per mesi non hanno smesso di scuotere il Nepal. Per maggio informazioni vi lasciamo qui un indice degli articoli in cui abbiamo raccontato del nostro viaggio in Nepal.

    1. Arrivo a Kathmandu
    2. Il Terremoto
    3. Visita di Kathmandu e dei Templi
    4. Pashupatinath
    5. Da Kathmandu a Pokhara
    6. Pokhara e Shanti Stupa
    7. Pokhara e rifugiati Tibetani
    8. Terai sulle tracce delle tigri nel Chitwan National Park
    9. Dakshinkali il tempio dei sacrifici animali
    10. Il Terremoto e un Matrimonio

Popolazione del Nepal

Il Nepal ha una popolazione davvero composita di circa 28 milioni di persone. Sul suolo nepalese convivono diversi gruppi etnici, spesso legati ad un territorio preciso o ad un culto particolare.

  • Newar
  • Sherpa
  • Kirati
  • Chhetri
  • Bahun
  • Gurung
  • Tamang
  • Thakuri
  • Magars
  • Tharu
  • Gurkha
  • Khas
  • Thakali
  • Rajbongshi
  • Sarki
  • Madheshi
  • Sunuwar
  • Damai
  • Chepang
  • Jirel
  • Dhimal
  • Yakkha
  • Pahari
  • Chhantyal
  • Kusunda
  • Thami
  • Bhujel
  • Lhotshampa
  • Limbu

A questo link troverete ricerche inerenti ad ogni singola etnia

Nepal cosa vedere?

Viaggiare in Nepal è piuttosto semplice, è un paese relativamente tranquillo pieno di luoghi magnifici. I must per un primo viaggio in Nepal sono:

  • Kathmandu e la sua valle
  • Templi di Kathmandu
    • Boudhanath
    • Pashupatinath
    • Sawayambhunath
    • Durbar Square
  • Pokhara
    • Annapurna
    • Bat Cave
    • Insediamento Tibetano
    • Stupa della Pace
  • Terai
    • Chitwan national Park
    • Sahuraha
    • Lumbini

In questo articolo trovate itinerari e spiegazioni più estese su cosa vedere in Nepal nonchè le informazioni essenziali per organizzare un viaggio in Nepal come, ad esempio, cosa mettere nello zaino, i vaccini necessari, quando andare etc.

Cosa fare in Nepal

Le attività da svolgere in Nepal sono tantissime, qui abbiamo elencato le più belle e suggestive:

  • Trekking
  • Parapendio (Pokhara)+
  • Safari a piedi
  • Meditazione nei monasteri
  • Massaggi presso l’associazione Seeing hands
  • Vistare i campi dei profughi tibetani
  • Osservare le cerimonie funebri presso Pashupatinath
  • Fare volontariato presso una delle associazioni che supportano le fasce più a rischio della popolazione come The women’s foundation

Come si saluta in Nepal?

Salutare in Nepal comprende alcuni piccoli rituali totalmente diversi da ciò cui siamo abituati. Dimenticate strette di mano e contatto fisico. Limitatevi a unire i palmi delle mani al centro del petto con le punte rivolte verso l’alto e a pronunciare Namaste inchinandovi appena. Se doveste, per distrazione porgere la mano ad un nepalese questi ve la stringerà senza problemi, cercate però di evitare. Il saluto senza contatto non è solo una formula tradizionale, ma permette anche di evitare l’eventuale passaggio di malattie. State attenti, soprattutto perché ora siamo tutti coscienti di cosa significhi vivere con una malattia altamente contagiosa come quella causata dal Coronavirus Sars-cov-19, ovvero la Covid-19.

Dettaglio tempio nepaqlese

Speriamo che queste pillole di Nepal vi siano piaciute, ricordateci di leggere i nostri consigli in merito al Turismo Sostenibile in Nepal!

Buon Viaggio,

Namaste!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *