Pho Vietnamita: Storia, ricetta e curiosità

Gennaio 29, 2020 Always Ithaka No comments exist
7 Condivisioni

Il pho, o più correttamente Phở, è forse il piatto della cucina vietnamita più conosciuto al mondo, tanto da essere considerato il piatto nazionale del Vietnam. Questo piatto consiste in una ciotola di spaghetti di riso in brodo con carne, solitamente manzo o pollo, condito con erbe e Lime.

Storia del Pho Vietnamita

Il pho, nella variante a noi pervenuta, si pensa sia stato creato agli inizi del 900′ nel nord del Vietnam nei villaggi di  Vân Cù e Dao Cù. 

Si pensa che la creazione del pho vietnamita sia avvenuta in relazione alla maggior reperibilità di carne in tutto il paese durante la dominazione francese. La grande richiesta di carne da parte degli occidentali ne ha favorito, di fatto, la diffusione, insieme alla notevole quantità di ossa acquistate dai lavoratori cinesi per la produzione di un piatto molto simile , il ngưu nhục phấn. 

Il Phở veniva generalmente venduto come colazione o cena per i lavoratori che si recavano a lavoro al mattino o che stavano tornando a casa dopo la giornata lavorativa. Era generalmente distribuito da venditori  ambulanti lungo le strade.  Gli stand/cucine mobili erano montati all’estremità di un bastone che veniva tenuto sulle spalle dai venditori, questi erano facilmente riconoscibili perchè indossavano un particolare cappello chiamato mũ phở.

pho vietnamita

Pho venditore

Varianti del pho Vietnamita

  • Phở bò tái: Phở con filetto di manzo
  • Phở bò chín nạc: Phở con punta di petto di manzo
  • Phở bắp bò: Phở con muscoli di manzo
  • Phở nạm bò: Phở con bavetta di manzo
  • Phở gân bò: Phở con tendini di manzo
  • Phở sách bò: Phở con trippa di manzo
  • Phở bò viên: Phở con polpette di manzo
  • Phở gà: Phở di pollo
  • Phở sốt vang: Phở in zuppa di manzo stufato
  • Phở tái: Phở con filetto crudo di manzo
  • Phở tôm: Phở servito con pezzi di gamberetti
  • Phở hải sản: Phở servito con varietà di frutti di mare
  • Phở cay: Phở piccante

Fonte: Wikipedia

zuppa vietnamita
Photo by Matthew Hamilton

Ricetta del tradizionale Phở bò vietnamita (o variante Vegana di Always Ithaka)

Ingredienti per il borodo

  • 2 Cipolle bianche
  • 1 cucchiaio di olio di semi
  • 2 Kg di ossa di manzo (Alternativa Vegana: 200g Carote, 150g Pomodori, 150g Sedano)
  • 1 Pezzo di Zenzero tagliato finemente
  • 2 Baccelli di Cardamomo
  • 4 Chiodi di Garofano interi
  • 1 Anice stellato
  • Pepe Nero q.b
  • Sale q.b

Ingredienti da aggiungere alla fine

  • Spaghetti di riso (Phở noodles) – fatti ammollare nell’acqua e scolati
  • 1 Cipolla ben affettata
  • 1 Cipollotto ben affettato
  • Coriandolo ben affettato (scegliete la quantità in base al vostro gusto)
  • Controfiletto di manzo tagliato finemente in straccetti (Alternativa Vegana: Funghi cotti in padella e aggiunti al brodo e Tempeh marinato nella salsa di soia)

Condimenti aggiuntivi

  • Peperoncino fresco intero (scegliete la qualitè in base alla vostra sopportazione del piccante, solitamente i peperoncini freschi lunghi che si trovano in Italia non hanno mai un’eccessiva piccantezza ma assaggiateli sempre prima di aggiungerli)
  • Germogli di Fagioli
  • Lime
  • Basilico Thai (o in alternativa anche quello Italiano può andare bene ma in quantità minore)
  • Salsa Piccante ( da aggiungere durante la degustazione se siete veri amanti del piccante, va bene qualsiasi salsa piccante orientale reperibile al supermercato)
  • Pepe Nero



Preparazione Pho Vietnamita:

Brodo

  • Fate soffriggere le cipolle nell’olio e, una volta pronte, scolatele. Nel frattempo sciacquate le ossa di Manzo e mettetele in pentola coprendole con acqua calda, portate a ebollizione e fate cuocere a fuoco lento per 20 min

 

  • Aggiungete al brodo le cipolle scolate in precedenza e tutti gli altri ingredienti per il brodo. A questo punto lasciate cuocere per un minimo di 6 ore fino a un massimo di 12 ore, se non avete tempo vi consiglio di comprare un brodo di manzo già pronto mettetelo in pentola e fatelo cuocere a fuoco lento per 1 ora con tutti gli ingredienti elencati per il brodo meno le ossa di manzo, il risultato sarà comunque soddisfacente

 

  • Per il brodo vegetale: tagliate grossolanamente tutte le verdure, fate tostare il pepe nero in una padella a parte. Nel frattempo aggiungete dell’olio evo in una pentola e fate scaldare tutte le verdure, dopodiché aggiungete l’acqua, il pepe e il resto degli ingredienti elencati sopra per il brodo e fate bollire il tutto per un’ora.

 

  • Alla fine di entrambi in procedimenti togliete tutte le verdure e passate il brodo con un colino per rimuovere eventuali residui di pepe e spezie varie

Servire il Pho

Mettete i Noodles già cotti in in una ciotola abbastanza capiente e adagiate sul fondo gli straccetti di carne cruda coprendoli con il brodo caldo, così facendo si cuoceranno direttamente nella ciotola, aggiungete alla fine il cipollotto, il coriandolo e la cipolla cruda.

Alternativa Vegana: Mettete i Noodles già cotti in una ciotola e copriteli con il brodo, aggiungete dopo il Tempeh marinato e i Funghi cotti precedentemente i padella.

Accanto alla ciotola servite un piatto con  germogli di fagioli, il basilico thai, i peperoncini affettati e gli spicchi di lime, così da dare a ogni commensale la possibilità di condire il proprio Pho a seconda dei propri gusti personali.

pho vietnamita
photo by Lightscape

Curiosità sul Phở Vietnamita:

  • La grande diffusione e la popolarità di questo piatto nel mondo è dovuta alla guerra del Vietnam e alla conseguente emigrazione di massa da parte dei rifugiati di Guerra vietnamiti, in un primo momento in tutta l’Asia e, successivamente, in Europa
  • Il Pho è stato inserito dalla CNN nei 50 cibi più buoni al mondo
  • In America si diffuse solamente dal 1990 grazie al miglioramento dei rapporti fra le due nazioni.
  • Il Pho viene consumato dai Vietnamiti principalmente come colazione, ma non disperate la produzione di Pho in Vientnam è 24h per soddisfare la voglia di Pho a qualsiasi ora
  • Il Pho si pronuncia “Fuh”
pho vietnamita
photo by Jennifer Schmidt

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *