San Valentino sostenibile e femminista : per ripensare la festa degli sprechi

Febbraio 11, 2021 Always Ithaka No comments exist
0 Condivisioni

San Valentino è la festa degli innamorati in cui ci si scambia regali e pensierini, gesti romantici e cioccolatini. Tutti, nello stesso giorno dell’anno. Secondo le statistiche, in America verranno spesi circa 50 miliardi di $ in regali, cene, fiori ed esperienze concentrate il 14 febbraio. Solo i millennials, ovvero tutte le persone nate tra il 1989 e il 1996, spenderanno 9 miliardi di dollari costituendo il 36% della spesa totale. In Italia, sebbene un buon 42% della popolazione abbia dichiarato che non farà alcun tipo di regalo a San  Valentino, la stime indicano una spesa minima di 450 milioni di euro. Il 34% comprerà un mazzo di fiori, il 6% farà ricorso a gioielli e appena il 5% regalerà vestiti.

San  Valentino, come direbbero i cinici, è una festa commerciale a tutti gli effetti. Come consumatori consapevoli però, possiamo invertire anche questa rotta e concentrarci su doni che abbiano un impatto ridotto se non, addirittura positivo.

Perchè oggi?

La prima cosa da domandarsi è : perchè proprio oggi? Tra tutti i giorni dell’anno, perchè i regali e le cene romantiche, a prezzi maggiorati, devono essere regalati il 14 Febbraio? Semplice, perchè è la festa degli innamorati. Una festa, fin troppo eteronormata, in cui bisogna compiere un gesto d’affetto, più eclatante è meglio è, per dimostrare amore a* partner. Prima di valutare regali meno impattanti è forse necessario valutare il perchè e il percome dell’acquisto. Il rischio, infatti, è quello di fare qualcosa tanto per fare senza dargli realmente importanza e di concentrare una spesa, anche se minima, verso beni comfort facilmente fruibili e acquistabili tornando a casa dal lavoro.

Non bisogna festteggiare San Valentino?

San Valentino andrebbe festeggiato se si ha voglia di farlo e il regalo andrebbe fatto se si ha qualcosa di regalare, non solo perchè “si fa così”. I regali spontanei, in giorni che non sono tinti di rosso e cuoricini sul calendario sono sempre più sorprendenti ed autentici, ma soprattutto regalano momenti unici, proprio perchè non sono prevedibili. Fatta questa dovuta premessa, non c’è nulla di male a fare qualcosa di carino a San Valentino, anzi. Si tratta di una festa che celebra l’amore a cui tutt* dovrebbero sentirsi liberi di partecipare.

Come scegliere un regalo sostenibile a San Valentino?

Per essere sostenibile un regalo deve rispettare i tre criteri di sostenibilità, ovvero quella economica, quella sociale e quella ambientale. Anche un regalo eco-friendly potrebbe andare bene, onde evitare di pesare inutilmente sulle spalle del nostro pianeta.

sostenibilità

Di seguito trovate una lista di doni divisi per categorie: Esperienze, Piante e Fiori, Cibo, Animali non di Peluche, Utilità, Gioielli, Sesso, Single

Esperienze

Regalare esperienze è un gesto complesso capace di generare qualcosa in grado di perdurare nel tempo proprio perchè permette di creare ricordi. Attenzione però alle esperienze che sceglierete. Per far sì che queste siano ad impatto ridotto è importante che siano ragionate in termini di emissioni, ambiente e etica.

Stargazing

Cercate l’osservatorio astronomico più vicino a voi o prenotate una notte in una località famosa per l’assenza di inquinamento luminoso e portate *l* vostro* amato ad osservare le stelle. Osservare le tinte violacee della via lattea, cercando di ricostruire le costellazioni e sfiorandosi le mani mentre si indicano le stelle è un modo onesto di amarsi o di iniziare a farlo. Piccoli e affascinati, sotto un cielo di stelle.

afternoon cottages

Corso di cucina

Un’ottima idea potrebbe essere un corso di Cucina Botanica da svolgere in coppia, fruibili dal pc e utile per imparare ricette cruelty free da portate nella vita di tutti i giorni.

Fuga romantica

La fuga romantica è una delle scelte più inflazionate e anche questa può essere fatta in maniera più sostenibile. Scegliete una struttura a gestione familiare, in cui sono disponibili opzioni vegane, e che sia raggiungibile in treno. In questo modo vi godrete la bellezza di un viaggio comodo e sereno, osservando la vostra metà leggere un libro o sorseggiare un tè mentre il paesaggio vi scorre accanto, senza la distrazione e lo stress della guida. i vostri sguardi si incontreranno da sopra la  mascherina e mentre un* si domanderà se all’altro piacerà la meta scelta, l’altr*, o gli/le/* altr*, si chiederà dove stiate andando, e converrete in silenzio che non importa così tanto, finché siete insieme. Un luogo che ci sentiamo di consigliarvi è Villa la Dogana, in cui la pace la tranquillità regnano sovrane.

 

Cinema in casa

Il cinema a sorpresa. Inventatevi un cinema in casa e andate alla scoperta dei classici del cinema, gli intramontabili che meritano di essere visti e rivisti. Allestite pop corn, caramelle vegane, luci soffuse e scoprirete che  la bellezza di una cosa semplice, vissuta insieme. Anche con una spesa irrisoria, come un pacco di pop corn potrete rendere la serata degna di essere ricordata. Questi sono i 3 film che riteniamo più adatti a questa festa : Cantando sotto la pioggia, Your Name, Si alza il vento.

Canyoning / Parapendio

Una giornata all’aperto saltando dall’orlo di cascate e scivolando nel fiume o sorvolando qualche bel paesaggio potrebbe essere il regalo insolito ma profondo che stavate cercando. Evitate il paracadutismo, poichè implica un piccolo volo in aereo, e affidatevi invece alle sole forze del vostro corpo e della natura.

Piante e fiori

Evitate i fiori, a meno che non siano in vaso. Solo nel Regno Unito, ogni anno vengono spesi circa 1,3 miliardi di sterline in fiori recisi, di cui il 90% è di importazione, nel caso dell’Europa i fiori provengono principalmente da Israele, Marocco e Africa sub-sahariana. Il valore globale del mercato dei fiori recisi si attesta intorno ai 15 miliardi di dollari.

Ikebana

Regalare un corso di Ikebana potrebbe essere una soluzione per chi ama i fiori recisi. Se da un lato implica la necessità di averne, dall’altro potrebbe essere un ottimo modo per riutilizzare i fiori caduti dalle piante, ma non solo. Alcune composizioni di Ikebana, infatti, prevedono l’uso di rami e ramoscelli, parti spesso scartate e poco considerate che, invece possono avere una bellezza se apposte nel giusto vaso con la  luce adeguata e l’inclinazione più consona.

 

Ikebana

Fiori essiccati

Se ricevete un bouquet, ricordatevi di essiccarlo. in questo modo i fiori rimarranno con voi e non sentirete il bisogno di comprarne altri tanto presto!

Piante

Una pianta, magari da fiore, è un ottimo modo per sopperire ai fiori recisi. Scegliete la pianta in base a quanta cura pensate che *l* vostro* partner voglia dedicarvi e al tipo di ambiente in cui vivrà.

Regala un albero

E se volete esagerare, perché non regalare un albero intero? Ormai ci sono centinaia di siti da cui potrete effettuare l’acquisto e donare un albero che verrà coltivato in zone a rischio deforestazione.

Cibo

Cene fuori, cene d’asporto, cene preparate e chi più ne ha più ne metta, il cibo è una componente fondamentale del giorno di San Valentino. Il consiglio, in questo caso, è semplice: evitate cibi di origine animale. A San Valentino il numero di persone che cena fuori casa aumenta esponenzialmente e il numero di prodotti di origine animale consumati aumenta per diretta conseguenza. Se è una festa dell’amore allora che sia amore vero, un amore buono che non uccide niente e nessuno, né pianeta né animali.

In questo articolo trovate le ricette vegolosi pensate per una cena romantica e cruelty free con tanto di baci di dama, salame al cioccolato e mousse al cioccolato vegan!

Il ricettario di Carlotta Perego, aka Cucina Botanica, è perfetto per trovare ricette particolari e adatte ad una serata romantica. Qui trovate il link diretto per visionarlo.

Ecco invece una lista dei nostri piatti preferiti, sia mai che vi siano d’ispirazione:

Menù tradizionale di San Valentino

  • Aperitivo con formaggi vegani Cashewficio
  • Antipasto : Panzanella
  • Primo: Ribollita
  • Secondo : Cotolette di cavolfiore
  • Dolce : Torta con ganache di cioccolato e lamponi

Menù Giapponese

  • Katsudon vegano con Tempura di verdure e tofu
  • Tofu marinato nella soia aromatizzato al sesamo
  • Melanzane al miso rosso
  • Tayaki ripieni di An (marmellata di fagioli Azuki) o al cioccolato

Menù bruch

  • Pancake vegani
  • Formaggi cashewficio
  • Croissant vegani
  • Frutta di stagione
  • Succhi e centrifughe
  • Uova strapazzate vegane con salsiccette vegane
  • Hummus

cena romantica

Cioccolatini

Sì, ma fatti in casa! Scoprite quanto è facile preparare in casa i cioccolatini, ma soprattutto la gioia di regalare una confezione preparata nel dettaglio e non comprata al volo al supermercato.

Pic Nic

Organizzare un pic-nic a sorpresa, al parco o in salotto, può essere un’idea semplice ma efficace. Anzi, forse organizzare qualcosa del genere in casa curando luci e menù potrebbe essere la cena romantica e accogliente che stavate cercando.

Consigli per pic-nic dell’ultimo minuto? Morellino di scansano bio, formaggi cashewficio, chips di cavolo nero, bricochine salate vegane ai peperoni, crostini al patè d’olive e una bella serie di cioccolatini fatti in casa. Colonna sonora? Nina Simone.

pic-nic casa

Spreco, no grazie!

N.B. qualsiasi cosa decidiate di fare state attenti agli sprechi! ogni anno in Italia lo spreco alimentare ammonta a 36 kg annui pro capite, per un totale di 6,5 miliardi di euro. Lo spreco alimentare globale ha volume gargantuesco infatti 1,3 miliardi di tonnellate di cibo commestibile, un terzo, viene sprecato, il tutto considerando che più di 800 milioni di persone nel mondo soffrono la fame. Per evitare lo spreco alimentare i consigli da seguire sono pochi:

  • consumare prodotti stagionali
  • conservare in maniera adeguata gli avanzi (vi consigliamo le stasher bag)
  • calcolare le porzioni

 

Animali non di peluche

A S. Valentino una moltitudine di peluche vengono acquistati insieme a scatole di cioccolatini e fiori. I peluche sono realizzati in fibre sintetiche, spesso da aziende che producono all’ingrosso e la cui filiera produttiva è dislocata qua e la attingendo, ove possibile, a social ed evirnomental dumping.

Perciò, perché non regalare un animale vero al posto di un peluche? Tranquilli, anche in questo caso si tratta di regali vegani, dunque animal friendly.

Virunga gorilla di montagna

Adottare a distanza

Adottare un animale a distanza è un ottimo modo per dimostrare amore, sia per la persona amata sia per il pianeta. Le adozioni wwf sono sempre a portata di click e alcuni pacchetti prevedono persino la consegna di un peluche. Vi consigliamo inoltre di dare una scorsa al sito del parco nazionale di Virunga per adottare un gorilla, in questo momento il parco è particolarmente vulnerabile e una donazione per supportare il lavoro dei ranger può fare davvero la differenza nel salvare i gorilla di montagna. Vi segnaliamo anche il sito soidogs che permette di donare risorse a chi si occupa di salvare i cani di strada nel sud est asiatico che, altrimenti, sarebbero preda della tratta della carne di cane o di violenze inaudite.

Link diretto adozioni wwf 

Link diretto adozioni gorilla Virunga

Link diretto  adozioni/sposorizzazini soidogs

Adottare per davvero

Adottare un cane o un gatto da un canile o da un gattile è un gesto impegnativo e potente che vi regalerà più amore di quanto possiate immaginare. Adottare significa recuperare una vita che altrimenti sarebbe vissuta in gabbia o in assenza di affetto. Comprare gli animali in allevamento, invece, significa alimentare un mercato che li considera oggetti, si disfa degli esemplari che non rispecchiano gli standard di razza e comporta quel continuo ciclo di riproduzione che non fa che mantenere determinate caratteristiche fisiche a discapito della salute del cane o del gatto.

Utilità

La frivolezza non è una caratteristica indesiderabile, anzi, il senso dell’effimero dona ai regali un tocco di caducità che li rende più delicati. Si possono fare regali frivoli anche tenendo conto delle esigenze della persona, in modo da evitare acquisti inutili che, inevitabilmente, finirebbero sul fondo dell’armadio, dimenticati. Ascoltate l’altr* e cercare di capire se c’è qualcosa di cui potrebbe aver bisogno, anche di immateriale, e  valutate se siete nella condizione di poter soddisfare questo desiderio.

Gioielli

Regalare gioielli è un grande classico, ma trovare gioielli sostenibili non è cosa semplice. Essi infatti per essere considerati tali, devono essere realizzati con materie prime che rispettino ambiente e società. Considerando che la maggior parte dei gioielli viene prodotta con pietre e metalli preziosi estratti dalle miniere parrebbe quasi impossibile pensare che ne esistano di sostenibilI. l’Islanda, però sorpende anche in questo.

Collana sostenibile

Nel cuore di Reykjavik si trova una gioielleria che impiega solamente metalli preziosi di riciclo e diamanti realizzati in laboratorio. Le sue materie prime non alimentano il sistema minerario che minaccia paesaggi, popolazioni, fauna, stabilità dei governi e ambiente, anzi lo contrasta sfornando gioielli dal design unico e fortemente legato agli elementi naturali. La gioielleria Aurum spedisce in tutto il mondo, perciò è possibile fare acquisti anche dall’Italia. Il laboratorio offre spazio alla creatività di giovani designer e la boutique un’esposizione ragionata di stili e lavorazioni complesse e ricercate.

Se volete regalare un gioiello, Aurum è la risposta. Nessuna produzione in serie, nessun design stereotipato, nessuna risorsa reperita e trattata alla leggera, lavoratori equamente pagati e un report sostenibilità tacciabile e verificabile fanno di Aurum una gemma rara, l’unica che si impegna davvero per essere sostenibile in un mondo, quello dei gioielli, che di sostenibile ha solo tanto greenwashing.

Vestiti

Un piccolo 5% regalerà vestiti, e allora che siano vestiti realizzati in maniera etica! Sul sito goodonyou , di cui è disponibile anche l’app, trovate una selezione di brand valutati in base alle loro modalità di produzione, al tipo di materiali impiegati, alla gestione del personale e ai meccanismi di risparmio di emissioni.

Di seguito una breve lista dei nostri brand preferiti

Reformation

Novah Swimwear

Patagonia

Passenger

Sesso

Per molti San Valentino è la festa in cui, a fine serata, si scopa sicuro. Ecco, per prima cosa non date per scontato che la persona con cui state in quella serata abbia inevitabilmente voglia di fare sesso, ma cercate di capirlo e nel caso in cui la situazione vertesse per un no non prendetelo come un rifiuto, ma come un’occasione per rispettare l’altr* e il vostro legame.

In ogni caso, premunitevi per avere un rapporto sicuro e divertente per entrambi. Purtroppo la tendenza a pensare che l’orgasmo femminile derivi da due scossoni interni è largamente diffusa e le serie tv non fanno che avvallare questo stereotipo. Cercate di puntare a fare del sesso coeso, senza limiti di tempo, dedicandovi tutto ciò che serve perchè alla fine siate entrambi, o tutti, soddisfatti. Il consenso e l’attenzione al piacere dell’altro sono la base per una vita sessuale sana ed entusiasmante. Ricordatevi di usate preservativi vegani, come i nostri adorati HANX.

Preservativi Ecologici

Regali piccanti

Volete fare un regalo acceso? Quale occasione migliore! Ricordatevi solo di regalare cose che l’altra persona possa realmente apprezzare e non oggetti/costumi/giochi che stimolino solo la vostra fantasia, se è un regalo deve essere fatto per l’altra persona. Magari potreste dimostrare alla vostra metà quando ci teniate al suo piacere regalandole qualcosa solo per lei, ovvero un regalo sessuale che non implichi la vostra presenza. Su questo sito trovate tutto ciò che vi serve : www.mysecretcase.com.

n.b. ricordatevi sempre di rispettare i limiti e la confidenza della persona a cui farete il regalo ed evitate regali troppo intimi se pensate che l’altra persona potrebbe non gradire.

Single a San Valentino?

Per molti San Valentino è la festa delle coppiette etero, ma in realtà è solo la festa degli innamorati e perciò può essere anche la festa dei single che amano sé stessi o che devono ancora imparare a farlo. Regalatevi qualcosa, portatevi fuori a cena, fatevi un regalo erotico, guardatevi un film o fate la valigia e concedetevi un weekend di puro amore per voi stessi.

Libri e corsi

Se avete un* compagn* amante dello studio e della lettura approfittate dell’occasione per regalare il libro che tanto desiderano leggere o un corso accademico con tanto di certificato. Forse questo è il regalo antitetico al mazzolino di fiori, ma è un regalo che in molti potrebbero apprezzare. Vi lasciamo il link a Edx, la piattaforma che consente di seguire corsi erogati da università prestigiose gratuitamente o con certificazione.

Non dovete per forza regalare qualcosa a San Valentino

Sebbene sia una festa di regali e uscite, se non potete fare un regalo non sentitevi in difetto. Non cedete alla pressione e fate ciò che è alla vostra portate. Ricordatevi che se è la festa dell’amore ciò che conta è amarsi, vicini o lontani, che siate.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *