Viaggio in Nepal : Cosa vedere, come organizzare, quando andare

Marzo 23, 2020 Always Ithaka No comments exist
0 Condivisioni


Il mio sogno è fare un viaggio in Nepal“. Questa è una delle frasi che abbiamo sentito più spesso parlando dei luoghi in cui siamo stati. Il viaggio in Nepal è forse quello che fa sgranare maggiormente gli occhi a chi ci ascolta, catapultandoli subito in uno scenario himalayano con vette altissime, sherpa che accompagnano yak, incensi che si levano la cielo e mantra tibetani. Quando poi raccontiamo che il Nepal è molto più di questo, che siamo stati lì durante il periodo subito dopo la scossa di terremoto del 2015, la meraviglia aumenta, trasformando il desiderio in un sogno concreto da realizzare. Con questo articolo ci proponiamo di portarvi un po’ più vicino al vostro sogno, spiegando per filo e per segno come organizzare un viaggio in Nepal.

Quando andare

Il periodo migliore per visitare il Nepal è quello compreso tra Novembre e Marzo, in cui il cielo è sgombro e i trekking sono aperti. Il periodo dei monsoni è sconsigliato principalmente perché alcune attività potrebbero essere chiuse per motivi di sicurezza e, perciò, potrebbero esserci dei problemi nel caso si dovesse seguire una pianificazione rigida.

Precipitazioni medie – Kathmandu
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDicAnno
Prec. (mm)151530551152553603151856010151425
Giorni23461217232215411110

 

Temperature medie – Kathmandu
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Min (°C)14°16°20°21°20°18°12°
Max (°C)19°20°24°26°30°28°28°29°27°27°23°20°

 

Soleggiamento – Kathmandu
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Sole (ore)6h6h8h10h7h6h3h3h4h6h6h6h

Noi, ovviamente, siamo andati in pieno periodo monsonico post terremoto, così per non farci mancare nulla. Nel caso in cui non abbiate altra scelta se non quella di partire nella stagione delle piogge ricordatevi di essere flessibili, mettete in conto cambi repentini di programma e siate preparati a piogge intense, improvvise e molto brevi.

kathmandu

Costo e budget per un viaggio in Nepal

Il Nepal è un paese in cui la vita è davvero poco costosa, ma in cui si rischia di spendere una fortuna. Questo perché le escursioni e il biglietto aereo possono arrivare a costare molto. La prima cosa da fare per abbattere i costi è prenotare il volo con largo anticipo, riuscendo quindi ad incastrare il vostro periodo utile per il viaggio con un prezzo ragionevole. Per farlo usate Skyscanner e poi prenotate il volo direttamente sul sito della compagnia. Qualora si trattasse di una particolare combinazione di compagnie prenotate direttamente da Skyscanner.

Volo

Il prezzo migliore per un biglietto aereo Milano-Kathmandu nel 2020 è : 479€ con Oman Air, un totale di 11 h a e 14 h ritorno, con scalo a Muscat.

Trekking

Per i trekking, invece, vi consigliamo di affidarvi esclusivamente ad agenzie locali. Spenderete molto meno e vivrete un’esperienza autentica rispettando i principi del turismo sostenibile. Assumendo guide locali impiegate da aziende del luogo, spesso a gestione familiare, immetterete denaro nell’economia nepalese e non nelle tasche, già gonfie, delle agenzie occidentali.

Pokhara Fishtail

Per farvi un’idea di come sia un’agenzia locale fate un salto sul sito www.treknepaladventure.com, un’agenzia nata dal lavoro e dall’esperienza di ragazzi del luogo specializzati in trekking,ma non solo!

Aeroporto di Kathmandu

L’Aeroporto Internazionale Tribhuvan è piuttosto piccolo e non dista molto dal cuore della capitale. VI consigliamo di organizzare lo spostamento aeroporto-alloggio con i gestori della struttura o di prendere un taxi ufficiale appena usciti dalla zona arrivi. Contrattate sempre e non lasciate  vostri bagagli a terra a meno che non vogliate pagare qualcuno perché ve li porti.

Cosa portare

Il bagaglio da portare in Nepal varia  a seconda delle stagioni e di ciò che farete. Nel caso in cui aveste in programma uno o più trekking predisponete vestizioni a strati e informatevi bene sulle previsioni per il periodo di permanenza.

Fondamentali per il trekking:

  • K-way
  • Giacca anti-vento
  • Scarponi (non nuovi, altrimenti vi trovereste bloccati e pieni di vesciche dopo poco)
  • Vestiario termico
  • Pantaloni impermeabili
  • Borraccia
  • Guanti, sciarpa, cappello
  • Calzettoni
  • Ricambi
  • Crema solare ecologica con spf 50
  • Occhiali da sole

N.B. chiedete a chi vi porterà in quota di fornirvi un elenco di cose da portare per esser certi dia vere tutto il necessario e non saltate nemmeno una voce.

Kathmandu

In caso viaggiaste nel periodo monsonico portate:

  • K-way
  • Scarponi
  • abiti ad asciugatura rapida
  • Crema solare ecologico

Per le stagioni calde portatevi abiti leggeri, ma che coprano spalle e gambe, regola valida per ambo i sessi. Per affrontare le rigidità delle stagioni invernali ricordatevi di selezionare gli abiti in modo da potervi vestire a strati.

 

Pokhara

Dove alloggiare

Il discorso è il medesimo delle escursioni, la parola chiave è locale. Se volete risparmiare ulteriormente potere provare con i servizi di couchsurfing o workaway. Come viaggiatori sostenibili vi consigliamo la seconda opzione a patto che il lavoro scelto rientri nell’ambito del volontariato. Il Nepal è un paese povero la cui economia è basata principalmente sul settore primario. Sul totale della popolazione circa il 25%, 7 milioni di persone, vive in condizioni di indigenza cioè con meno di 1.90$ al giorno( dati actionaid), perciò usufruire di alloggi gratuiti non è esattamente l’opzione più etica. Qualora le vostre finanze vi impedissero di investire denaro nell’economia locale sfruttate i servizi di volontariato, così sarete certi di potervi garantire un alloggio gratuito aiutando i nepalesi.

Questi sono alcuni degli hotel in cui abbiamo alloggiato e sono quelli che ci sentiamo di consigliare. Sono strutture molto semplici che al tempo del nostro viaggio stavano affrontando le conseguenze del terremoto. Ci siamo trovati più che bene sia nelle strutture sia con il personale.

Kathmandu: Tibet Peace Inn

Pokhara: Middle Path

Kathmandu : Hotel Shanker

Itinerario per il vostro viaggio in Nepal

Ebbene prima di prenotare gli alloggi sarà bene definire le tappe del vostro viaggio e gli spostamenti per raggiungerle. Qui vi proponiamo degli itinerari pensati per due settimane.

Itinerario classico

  1. Kathmandu: Thamel –> Swayambunath
  2. Kathmandu: Golden Temple –> Patan –> Dakshinkali
  3. Kathmandu: Bakhtapur –> Boudhha –> Monasteri –> Pashupatinath
  4. Kathmandu: Durbar square –> Freaks Street –> Giardino dei sogni
  5. Spostamento da Kathmandu a Pokhara (6h Macchina 8h Autobus) con visita opzionale a Gorkha e città vecchia –> Sistemazione a Pokhara e Cena con vista sul Phewa Tal
  6. Pokhara: Gita in barca sul lago Phewa fino al templio Varahi Mandir –> Salita Pagoda della Pace (3 Percorsi possibili: Semplice, Foresta e Panoramico)
  7. Pokhara: Grotta pipistrelli Mahendra –> Villaggi Profughi Tibetani a Tashi Palkhel e Templi –> Ponte Tibetano sul Fiume Seti
  8. Pokhara: Gola del fiume Seti e Cascate –> Museo della Montagna
  9. Spostamento Verso il Chitwan –> Pranzo in Hotel –> Giro in bici Nei Villaggi
  10. Chitwan: Safari all’interno del Chitwan
  11. Chitwan: Gita in canoa sul Fiume Narayani–>Danze tradizionali Tharu
  12. Spostamento Verso Kathmandu
  13. Kathmandu: Budhanilkantha –> Shivpuri Nagarjun National Park
  14. Kathmandu: Yoga/Meditazione e Corso di cucina

Sadhu Kathmandu

Variante spirituale dal giorno 9

9B Spostamento pokhara Lumbini
10B Lumbini: Tilaurakot –> Kapilavastu –> Riserva delle Gru
11B Lumbini: Giro Templi Maya Devi –> Templio Buddista Koreano –> Grande Stupa del Loto –> Gompa –> Meditazione al Vipassana Meditation Centre
12B Spostamento Kathmandu 7h in Macchina
Riprende 13 e 14 L’itinerario A

Variante adrenalinica dal giorno 8

8C Pokhara: Parapendio –> Rafting
13C Kathmandu: Bunjee Jumping –> Canyoning
14C Kathmandu: Volo Panoramico –> Yoga/Meditazione

Qui potete scarica il pdf gratuito con gli itinerari per studiare meglio le vostre opzioni.

Come muoversi

Raggiungere le varie tappe richiede spostamenti in auto o in bus. Vi sconsigliamo i voli interni, a meno che il vostro tempo non sia molto limitato, perché in Nepal gli incidenti aerei sono molto frequenti sulle tratte interne.

Spostarsi in auto privata è relativamente economico e certamente efficiente, il prezzo medio per uno spostamento lungo è di 50€.

I bus sono una delle opzioni più economiche poiché con pochi euro consentono di raggiungere anche le province più lontane.

  • Il prezzo di un volo Kathmandu-Pokhara è di circa 100 euro
  • Taxi privato: da 50 euro in su
  • Pullmann: da 7 euro

Per prenotare in anticipo andate sul sito www.12go.asia.comi pullmann sono prenotabili anche via www.bookaways.com

Carta o contanti in Nepal?

I contanti in Nepal sono fondamentali. I ristoranti locali, i negozietti e perfino alcune agenzie non sono attrezzate con il POS, perciò accettano solo contanti.

Come reperire il contante in nepal

Prima di partire ordinate una quantità di rupie nepalesi in banca, con almeno un mese di anticipo, in modo da avere già del denaro contante al momento dell’arrivo in aeroporto. Una volta Kathamndu potrete usare tranquillamente gli ATM e ricordatevi sempre di verificare di avere una somma di denaro soddisfacente prima di recarvi nei villaggi più piccoli dove non avrete modo di prelevare.

Blocco della carta

Come l’India, il Nepal è uno dei paesi annoverati nella lista delle zone ad alto rischio truffa, perciò sarebbe prudente avvisare la vostra banca prima di recarvi in loco in modo da non trovarvi la carta improvvisamente bloccata. Sappiate che, nonostante l’avviso preventivo, la banca potrebbe bloccarvi ugualmente la carta a fronte di un pagamento considerato sospetto. A noi è capitato in Nepal, a Taiwan, in Malesia e in India.

Cambio Soldi in Nepal

Sconsigliamo di cambiare il denaro in loco, ma, qualora non aveste scelta, ricordatevi di controllare il tasso di cambio in modo da poter contestare un cambio truffaldino. Gli alberghi tendono a rispettare un cambio onesto, perciò verificate sempre presso la reception che vi sia questa possibilità.

Assicurazione

L’assicurazione è fondamentale, soprattutto quando si viaggia in paesi lontani come il Nepal.

Bhairava Kathmandu

Vaccini per il Nepal

Per entrare in Nepal non ci sono vaccinazioni obbligatorie, ma solo altamente consigliate. Innanzitutto controllate di avere i richiami delle vaccinazioni obbligatorie per il nostro paese. Nel caso vi mancasse qualche richiamo prendete appuntamento al centro vaccinale della vostra città e provvedete a rimediare, facendo presente che avete intenzione di fare un viaggio in Nepal. In questo modo potrete programmare sia i richiami sia i vaccini consigliati per il Nepal. Il centro vaccinale di Milano necessita di prenotazioni fatte con largo anticipo e non effettua più il servizio di vaccinazioni last minute.

Vaccinazioni da fare prima di partire, in verde quelle obbligatorie in Italia, in rosso quelle obbligatorie per l’ingresso da determinate zone, in arancione quelle altamente consigliate :

  • Vaccinazione Antitifica (vaccino vivo, assunzione orale cadenzata di tre pastiglie)
  • Vaccinazione Epatite A e B
  • Vaccino contro Tetano e Difterite
  • Vaccino Poliomelite
  • Morbillo
  • Febbre Gialla obbligatoria qualora proveniste da zone in cui è endemica
  • Rabbia, obbligatoria qualora doveste viaggiare in zone remote o lavorare in centri che accudiscono animali.
  • Malaria, profilassi da farsi a seconda della stagione

Per maggiori informazioni sui vaccini vi rimandiamo a questo articolo.

Vaccinarsi è importante, sia per la propria salute sia per quella altrui. Fate tutte le vaccinazioni che vi verranno consigliate.

 

Cosa vedere in Nepal

In Nepal natura e spiritualità si fondono nei suoni caotici del traffico di Kathmandu.

Le tappe fondamentali da fare sono:

  • Kathmandu,la capitale nonché centro nevralgico della vita del paese da cui partono i trekking per l’Everest. Oltre alle meraviglie della città, Kathmandu offre la base perfetta per visitare Budhanilkantha con il magnifico tempio di Shiva dormiente, Dakshinkali dove viene placata la sete della dea del Kaos, Patan e gli altri minuscoli villaggi della valle.

swayambunath

  • Pokhara, una città magnifica che sorge ai piedi dell’Annapurna, costruita sulle rive del cristallino lago Phewa. Da qui partono molti trekking, ma è anche il luogo perfetto per visitare il villaggio di profughi Tibetani Il Tibetan Refugee Camp. A Pokhara potrete raggiungere anche la splendida Pagoda della Pace, l’oscura e meravigliosa Grotta dei Pipistrelli Mahendra Gupha nonchè raggiungere facilmente Kusma e provare l’ebbrezza di camminare sui ponti sospesi.

Ponte tibetano in Nepal

  • Terai; la zona delle praterie è il luogo in cui il turismo occidentale difficilmente arriva. Vi troverete perciò circondati da viaggiatori provenienti dall’India. Qui, oltre a vivere la vita locale al ritmo lento degli aratri potrete sperimentare i trekking nella giungla nella speranza di avvistare Tigri, Elefanti, Orsi Labiati e Rinoceronti. Non fate i trekking a dorso d’elefante.

Cosa fare in Nepal

Le attività da svolgere in Nepal sono tantissime, ma qui abbiamo elencato le più belle e suggestive:

  • Trekking
  • Parapendio (Pokhara)+
  • Safari a piedi
  • Meditazione nei monasteri
  • Massaggi presso l’associazione Seeing hands
  • Vistare i campi dei profughi tibetani
  • Osservare le cerimonie funebri presso Pashupatinath
  • Fare volontariato presso una delle associazioni che supportano le fasce più a rischio della popolazione come The women’s foundation

N.B. In Nepal, come in molti paesi asiatici, esiste un fiorente turismo animale. Evitate qualunque attività preveda il contatto diretto con gli animali. Cliccate qui per saperne di più, se avete dei dubbi o se volete approfondire il tema.

Se avete poco tempo, leggete questo mini post con i 10 consigli per un viaggio Animal Cruelty free.

Partenza!

Ora che avete tutte le informazioni siete ufficialmente pronti a cominciare la pianificazione di quello che sarà uno dei viaggi più belli della vostra vista. In attesa della partenza vi consigliamo di darvi alla lettura dei nostri diari nepalesi, sia per segnarvi le cose da vedere, sia per cominciare a sognare ad occhi aperti. Qui trovate il primo articolo con il nostro arrivo a Kathamndu e la descrizione del paesaggio dopo il terremoto.

Buon Viaggio!

Il nostro Viaggio in Nepal:

  1. Arrivo a Kathmandu
  2. Il Terremoto
  3. Visita di Kathmandu e dei Templi
  4. Pashupatinath
  5. Da Kathmandu a Pokhara
  6. Pokhara e Shanti Stupa
  7. Pokhara e rifugiati Tibetani
  8. Terai sulle tracce delle tigri nel Chitwan National Park
  9. Dakshinkali il tempio dei sacrifici animali
  10. Il Terremoto e un Matrimonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *