Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Freiburg: la capitale tedesca della sostenibilità

Situata nel sud ovest della Germania a pochi passi dal confine francese e svizzero e conosciuta
principalmente per essere una città universitaria che ogni anno ospita tantissimi studenti provenienti da ogni parte del mondo, Freiburg è la capitale tedesca della sostenibilità. Con il suo clima mite, non va definita green solo in relazione ai curatissimi parchi o agli incantevoli boschi che la circondano, ma in riferimento alle tecniche green sparse per tutta la città. Negli anni, sono molti, infatti, i quartieri di Freiburg che hanno scelto di adottare alcune modalità sostenibili e tra tutti, oggi, vogliamo concentrarci su uno: Vauban.

Foto di Monica Turani

Vauban, il quartiere senza auto

Caratterizzato da uno stile architettonico insolito che si distingue totalmente dal resto della città, Vauban vince il premio come quartiere friburghese più sostenibile. Ma come mai? Oltre al fatto che tutte le case presenti nel quartiere sono costruite seguendo un innovativo standard a basso consumo energetico, come ad esempio gli edifici riscaldati tramite una centrale elettrica combinata che brucia solo grazie a trucioli di legno, o i palazzi con i tetti interamente ricoperti da pannelli solari, ciò che rende ancora più unico il quartiere è il divieto di circolazione delle auto (fatta eccezione per chi deve ritirare o consegnare qualcosa).

Pannelli solari verbaun
Foto di Monica Turani

Infatti, nel quartiere non è permesso nemmeno ai residenti l’utilizzo delle auto, perciò, chi ne possiede una è obbligato a lasciarla in un piccolo parcheggio situato fuori dal quartiere o, in alternativa, in altri posteggi in città. Questo sarebbe da considerare un chiaro invito a cercare di limitare l’acquisto di un’auto e prediligere così altre soluzioni. Spesso, però, è difficile spostarsi su tratti a lunga percorrenza senza automobile e quindi per chi non può farne a meno, come ad esempio chi lavora lontano o deve accompagnare i figli a scuola, negli ultimi anni si è iniziato a diffondere il car sharing, servizio che consiste nella condivisione di un’auto con le altre famiglie del quartiere. Escludendo quindi le auto, i mezzi alternativi che è possibile utilizzare per spostarsi da Vauban sono i cosiddetti Straßenbahn (i tram) o gli autobus, che sono disseminati in questo quartiere, così come nel resto della città.
Il mezzo per spostarsi prediletto dagli abitanti di Vauban, rimane però la bicicletta, che è possibile utilizzare in tutta sicurezza, poiché per tutto il quartiere e nella maggior parte della città troviamo una rete di piste ciclabili ben segnalate.

Biciclette a verbaun
Foto di Monica Turani

Infatti, a Freiburg, l’utilizzo di biciclette ha molto potenziale, per chi non ne possiede una c’è un comodo servizio di bike sharing molto efficiente e gratuito per tutti gli studenti durante i primi 30 minuti, il che è perfetto per questi ultimi, perché Vauban ospita uno dei dormitori più grandi dell’università di Freiburg. Altra peculiarità del quartiere è il fatto che ogni mercoledì, in Alfred-Döblin-Platz, troviamo un piccolo mercato sostenibile colmo di prodotti biologici locali, come ad esempio frutta (soprattutto mele), verdura, vino e molto altro.

Quindi questa è Vauban. Sarà mai possibile vivere in un quartiere simile ovunque?

Leave a comment