Inquinamento e povertà: perché i quartieri a est sono più poveri?

Maggio 11, 2021 Always Ithaka No comments exist
2 Condivisioni

Perché in alcune città industriali i quartieri ad est sono i più poveri? Questa domanda ha portato tre ricercatori a compiere un ampio studi che ha analizzato la correlazione tra inquinamento e povertà nell’urbanistica di Londra, ciò che è emerso è che gli effetti dell’inquinamento atmosferico non solo possono dare forma agli schemi abitativi, ma sono in grado di farlo per lungo tempo. In buona sostanza l’inquinamento influisce sulla distribuzione demografica all’interno delle città espandendo le categorie di persone più fragili ai rischi maggiori.

In “East-Side Story: Historical Pollution and Persistent Neighborhood Sorting” Heblich, Trew e Zylberberg dimostrano come l’inquinamento, unito alle caratteristiche naturali di Londra, abbia orientato la struttura della città con un East End più povero. Inizialmente il primo imputato era il Tamigi che con il suo flusso orientato ad Est trasportava acque di scarico in quella direzione, osservando le correnti fluviali in altre città si è compreso la fallacia dell’argomento, se il corso del fiume e degli scarichi determina nicchie di inquinamento, e quindi povertà, allora le zone povere delle città dovrebbero essere sempre, o quasi, ubicate nella direzione della corrente, ma non è così. La seconda ipotesi riguardava invece la direzione del vento capace di indirizzare e condensare i fumi delle fabbriche verso una direzione ben precisa : east end.

The Economist: modern inequalities in English cities traces the contours of 19th-century smog plumes

Lo studio ha attinto ad un algoritmo capace di identificare le zone di sbocco delle ciminiere in 70 città inglesi tra il 1800 e il 1900, incrociando i dati con i censimenti i ricercatori hanno reso evidente la relazione tra produzione di fumi inquinanti, direzione del vento e scelte abitative dei proletari, tutto puntava sempre nella medesima direzione east end London. Il vento nel Regno Unito tende a soffiare da Sud a Ovest e le aree abitative più povere si trovavano, e trovano tutt’ora, a nord est delle ciminiere.

L’inquinamento prodotto nell’era Vittoriana non solo ha orientato la forma della città, ma ha influito sulla salute e la qualità della vita dei cittadini inglesi. Non a caso nell’East End attualmente abitato principalmente da immigrati, le case costano meno e le persone, appena raggiunta una certa soglia economica, si allontanano dall’Est End esattamente come fecero borghesi e ricchi durante l’era vittoriana.

I fumi tossici e la povertà sono stati spinti nella medesima direzioni dalla marginalizzazione sistemica delle esternalità negative e delle persone più povere. Gli effetti sono considerevoli ancora oggi soprattutto se si analizzano i redditi delle persone immigrate, tendenzialmente povere o in condizioni di precarietà lavorativa. Inquinamento e povertà sono strettamente correlati e si autoalimentano in un ciclo di degrado progressivo. I poveri sono i primi a pagare gli effetti di inquinamento e distruzione ambientale, spesso generata dalle attività che arricchiscono il minimo percentile del pianeta e che sfrutta proprio le persone più povere e vulnerabili.

Viene da chiedersi quindi, se l’inquinamento dell’era vittoriana ha disegnato la diffusione demografica londinese, cosa farà il cambiamento climatico al nostro pianeta?

Le migrazioni climatiche aumenteranno, le aree maggiormente afflitte da inondazioni e desertificazione verranno progressivamente abbandonate e la popolazione mondiale si concentrerà in aree più temperate, meno aspre ed impervie. Anche allora vedremo le persone più abbienti scegliere le zone meno compromesse e le categorie più fragili, discriminate e marginalizzate comprimersi in zone meno sicure.

Razzismo ambientale e giustizia ambientale

Da Always Ithaka  /  11th Giugno 2021
Il cambiamento climatico stesso è emanazione del sistema coloniale di appropriazione e sfruttamento e mantiene alta la marginalizzazione delle persone razzializzate.
Leggi più

Ally Starter pack: Antirazzismo

Da Always Ithaka  /  4th Giugno 2021
Essere antirazzista significa assumere un atteggiamento attivo nei confronti della lotta al razzismo. Implica la volontà e l'azione mirate a destrutturare il razzismo in tutte le sue forme
Leggi più

Festa della Repubblica

Da Always Ithaka  /  2nd Giugno 2021
Il 2 e il 3 giugno 1946 gli Italiani furono chiamati a votare un referendum per scegliere tra monarchia e repubblica.
Leggi più

L’italia è un paese sicuro per i viaggiatori lgbtq+?

Da Always Ithaka  /  2nd Giugno 2021
Nel 2021 viaggiare per le persone facenti parte della comunità LGBTQ+ non è ancora completamente sicuro. In Italia, in attesa del DDL Zan, la situazione non è delle più rosee. Nel 2021 il nostro paese si posiziona al 46° posto nella classifica destinazioni sicure per viaggiatori LGBTQ+ con un punteggio di 170.
Leggi più

Lo Stupro di guerra

Da Always Ithaka  /  28th Maggio 2021
Il termine Stupro di guerra indica gli stupri commessi dai soldati, combattenti o civili, durante un conflitto armato, una guerra o un’occupazione militare. In esso rientrano tutte le violenze sessuali, quindi non solo gli stupri con penetrazione completa, perpetrati dai soldati, o come detto da combattenti o civili, durante un conflitto.
Leggi più

Giornata Internazionale contro l’omotransfobia

Da Always Ithaka  /  17th Maggio 2021
La Giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia è una ricorrenza promossa dal Comitato Internazionale per la Giornata contro l'Omofobia e la Transfobia e riconosciuta dall'Unione europea e dalle Nazioni Unite che si celebra dal 2004 il 17 maggio di ogni anno.
Leggi più

Inquinamento e povertà: perché i quartieri a est sono più poveri?

Da Always Ithaka  /  11th Maggio 2021
Perché in alcune città industriali i quartieri ad est sono i più poveri?
Leggi più

Come riconoscere Greenwashing e Socialwashing

Da Always Ithaka  /  7th Maggio 2021
Il greenwashing è una strategia di marketing finalizzata a generare un'immagine particolarmente attenta all’ambiente dell'azienda, del brand o della persona.
Leggi più

Seaspiracy: La fine dei Mari

Da Always Ithaka  /  29th Aprile 2021
La terra è composta per il 71% da acqua, di cui gli Oceani costituiscono il 96, 5%. I mari della Terra sono ciò che le consente di ospitare la vita, in tutte le sue forme. Le minacce alla salute dell'ecosistema marino, però, sono tante e interamente derivate dall'attività umana.
Leggi più

Abbiamo diritto ad un ambiente sano?

Da Always Ithaka  /  28th Aprile 2021
L’ipotesi dell’esistenza di un diritto ad un ambiente sano ed adeguato nasce non solo in seno alle questioni più recenti come diritto di terza generazione, ma bensì all’interno di alcune Carte regionali.
Leggi più

Ciclo mestruale sostenibile: ambiente, period poverty e politiche

Da Always Ithaka  /  12th Aprile 2021
Il ciclo mestruale può essere sostenibile? Come si può ridurre l'impatto ambientale delle mestruazioni, ed è questo sufficiente?
Leggi più

Povertà mestruale: in Italia non se ne parla

Da Always Ithaka  /  11th Aprile 2021
In UK 1 persona su 10 non può permettersi prodotti per l'igiene mestruale, in Italia non è disponibile una rilevazione
Leggi più

Period Poverty

Da Always Ithaka  /  3rd Aprile 2021
Le diseguaglianze hanno un effetto sul ciclo. Non tutte le persone del mondo possono accedere ai dispositivi necessari alla gestione del ciclo mestruale.
Leggi più

Cos’è Il Cambiamento Climatico?

Da Always Ithaka  /  28th Marzo 2021
Il cambiamento climatico è un mutamento del clima, ovvero una serie di trasformazioni dell’equilibrio del clima a livello regionale o globale.
Leggi più

I COMBUSTIBILI FOSSILI

Da Always Ithaka  /  24th Marzo 2021
Con il termine combustibili fossili s'intendono quelle risorse energetiche derivate dalla trasformazione di materia organica decompostasi e depositatasi nel sottosuolo.
Leggi più

Api e cambiamento climatico

Da Always Ithaka  /  23rd Marzo 2021
Le api hanno con la terra una relazione privilegiata ed unita, di mutuo sostegno. Infatti gli esseri umani, ricercatori, preoccupati dalla china drammatica verso cui il nostro clima ha cominciato rapidamente a scivolare, hanno presto iniziato a guardare questi insetti come unità di misura della salute del nostro ambiente.
Leggi più

I migliori Cafè in Islanda

Da Always Ithaka  /  18th Marzo 2021
Ecco una breve lista dei top café in Islanda, per sapere esattamente dove andare se volete godervi un café con atmosfere piacevoli.
Leggi più

POLAR BEAR HOTEL

Da Always Ithaka  /  16th Marzo 2021
Negli ultimi giorni ha fatto scalpore l’apertura del “primo” hotel con orsi polari, in cui gli ospiti possono effettivamente osservare i giganti predatori dell’artico 24 h su 24 h all’interno dell’hotel. La notizia è stata accolta con tanta indignazione quanto interesse, manifestatosi nella richiesta di prenotazioni che hanno presto fatto il tutto esaurito. La sconcertante verità è che sono serviti degli orsi polari per scatenare indignazione per un fenomeno in realtà molto più diffuso di quanto si pensi: gli hotel zoo.
Leggi più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *