I migliori Cafè in Islanda

Marzo 18, 2021 Always Ithaka No comments exist

Ecco una breve lista dei migliori café in Islanda, per sapere esattamente dove andare se volete godervi un café con ritmi lenti ed atmosfere piacevoli. Tutti cafè elencati di seguito sono vegan friendly.

Reykajvik

Kattakaffid

L’unico cat cafe in cui i gatti non sono appannaggio dei clienti, il Kattafid è forse uno dei nostri cafè preferiti nel mondo. Le tinte rosate, l’arredamento boho e vivace si fondono con la delicata musica in sottofondo mentre i gatti cambiano pigramente postazione o svaniscono nel retrobottega, un’atmosfera dolce e morbida come zucchero filato. Il cibo è la vera chicca del posto, i sandwich vegani sono semplici, ma gustosi, e i dolci, tutti vegani, sono deliziosi. Vi consigliamo caldamente di provare i bites al cioccolato e burro d’arachidi, la torta di mele e il sandwich avocado e vegan cheese.

N.B. i gatti possono essere accarezzati solo quando si avvicinano spontaneamente. Dimenticate tutto quello che sapete sui cat cafè, perchè qui i gatti sono abitanti e non attrazioni e il più delle volte si limiteranno ad osservarvi o seguirvi in bagno.

Mama Cafè

Selfoss

Bokkakaffid

Immaginate di avere il potere di ritagliarvi un angolo con un tavolino e un caffè caldo nella mensola preferita della vostra libreria e avrete un’idea dell’atmosfera del café dei libri di Selfoss. I cappuccini e i dolci vegani sono eccellenti compagni per una lettura illuminata dalle candele fatte a mano che baluginano al centro del tavolo, illuminando le pagine di libro con cui ne è ricoperto il vetro. Vi consigliamo di rintanarvi qui, verso le 15.00 e di leggiucchiare un libro di Halldor Laxness. Nulla di più perfetto.

Akureyri

Berlin Cafè

Un café moderno, vegan friendly, in cui gustare ottimi dolci e pranzi succulenti assaporando la bellezza del tipico arredamento scandinavo, il Cafè Berlin sembra spuntato fuori da un’altra città. L’atmosfera serena è perfetta per una pausa pranzo, ma anche per godersi una colazione lenta e rilassata.

Katta B

Un luogo strano formato da una sala lunga ed una stretta, perfetto per chi vuole trascorrere qualche ora a scrivere o lavorare al computer, ma ideale anche per chi vorrebbe semplicemente leggere un libro osservando l’acqua gocciolare dalle enormi stalattiti di ghiaccio sopra la finestra. Quando nevica è persino più bello.

Borgarnes

Kaffi Kirrd

Un café, un negozio di fiori e arredamento, guest house, Kaffi Kyrrd è tutte queste cose e nessuna di esse. Più di tutto, però, è un salotto, un gran salotto diffuso con divani e poltrone, imperlato di un delicato profumo d’incenso e dell’aroma umido delle piante. Il café è frequentato principalmente dagli abitanti della zona, conserva quindi quell’atmosfera quasi silenziosa tipica delle conversazioni islandese, mormorate a voce quasi piena, udibili ma piacevolmente capaci di diventare rumore bianco. Scrivere in questo café sorseggiando un eccellente cappuccino vegano è un vero e proprio piacere.

The settlement center

Peculiare più per la struttura, il settlement center ospita un cafè ristorante in cui assaporare ottimi cappuccini osservando la gloriosa parete in pietra lavica a vivo che affaccia ed illumina lo spazio. Un luogo aperto e piacevole in cui trascorrere un momento breve, non adatto a pomeriggi di scrittura, ma perfetto per un buon caffè.

Bordeyri

Riishus

Raggiungere questo posto è  di per sé emozionante, situato all’inizio dei fiordi occidentali, proveniendo da nord est, il café è ubicato in una cittadina minuscola in cui abitano pochissime famiglie, v’è solo una guest house e questo splendido edificio verde acqua che affaccia sull’acqua del fiordo. L’edificio è uno dei più antichi d’Islanda e al suo interno troverete molto più che un café. Non sono presenti opzioni vegane, salvo il caffè, ma ve lo consigliamo per l’unicità e il valore del posto.

Blonduos 

Húnabúð / Bæjarblómið

Sembra esserci un filo conduttore nei café non café islandesi. Húnabúð / Bæjarblómið è un café, ma anche un negozio in cui si vende davvero la qualsiasi. Sorseggiate un tè nella zona accanto alle finestre, osservate le porcellane delicate selezionate dalla proprietaria e stupitevi della tranquillità di un café così improbabile, ubicato accanto al posteggio di un grosso ristorante. N.B. ribadiamo l’ovvio, ma per un’ottima ragione, se avete un qualsiasi sintomo influenzale o simile ai sintomi del coronavirus non frequentate i café, nemmeno se siete convinti di stare bene, ed evitate di farlo soprattutto qui. Il figlio della proprietaria è affetto da leucemia, perciò è una di quelle persone particolarmente a rischio. Ricordatevi che in caso dovessero insorgere febbre, affaticamento o altri sintomi ascrivibili alla malattia da covid-19 dovete, imperativamente, avvisare le autorità mediche della zona in cui vi trovate, per farlo trovando informazioni aggiornate usate l’applicazione racking19 che contiene un’apposita sezione dedicata all’insorgenza dei sintomi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *